21
Lun, Set
9 New Articles

MARIA CANNATELLA (Albano Sant'Alessandro, Bergamo)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Mi chiamo Maria Cannatella, sono nata a Palermo dove ho vissuto per trent'anni. Oggi vivo in un paese in provincia di Bergamo.
Amo molto la mia terra, nonostante non vivo più nei posti dove sono nata e cresciuta, forse da qui ho iniziato a scrivere poesie, ma non solo. Credo che la nostalgia abbia vinto su di me con il tempo.
Mi piace scrivere moltissimo, sono auto didatta; so, infatti, che il mio italiano non è perfetto, purtroppo ho una licenza media inferiore, sto cercando di migliorare negli anni, spero di arrivare ad un buon livello di scrittura.
In ogni poesia che scrivo ci sono io nascosta. La gente non sa che tutto quello che metto nero su bianco è la mia vita. Fino ad oggi ho pubblicato quattro libri: due di filastrocche e due di poesie ("Oltre le apparenze", e "Anima ribelle". Ma scrivo anche romanzi, perché voglio raccontare in qualche modo le storie della gente, chiaramente in forma anonima. Ne ho già pronti due, tra cui uno ambientato a Palermo. Voglio che ogni romanzo appartenga alla mia terra, per poterla ricordare.
Mi piacerebbe diventare autrice di canzoni. Durante la quarantena ne ho scritto venti. Vorrei che la scrittura diventasse un lavoro per me. Sarebbe bellissimo!
Spero che, un giorno, sia la mia terra la mia fortuna. In qualche modo io appartengo sempre a lei, con il cuore. Scrivere in vernacolo è un modo per amarla ancora di più.

***********

SIEDITI

Siediti,
ho voglia di parlarti di noi,
perché da tempo
non lo facciamo più,
non ridiamo più,
non scherziamo più.
Forse questo tempo che passa,
sta passando senza di noi.
Forse è così o forse no.
Siediti ed ascoltami se vuoi,
se puoi. Non è difficile farlo.
Dovresti conoscermi ormai,
magari invece non mi conosci affatto.
Mi mancano quelle belle giornate
trascorse a chiacchierare.
Quando andavo a dormire
con il sorriso sulle labbra,
ed il cuore pieno di gioia.
Siediti, se non hai impegni,
io, sono qua che ti aspetto.
Questi giorni passati,
non hanno un senso,
se non lasciano a me belle emozioni.
Ed il mio pensiero è pieno di te,
di noi, di ciò che io vorrei.
Siediti!
Io sono già al mio posto,
perché ho voglia di parlarti di noi.
Se un noi c'è ancora.