30
Mer, Set
9 New Articles

GIOVANNI MALAMBRÌ (Messina)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Messinese - ragioniere, funzionario di banca in quiescenza.
Scrive poesie in siciliano, nella parlata dialettale messinese, ed in lingua italiana.
Numerosi e di grande prestigio i podi ottenuti per i premi sia nazionali che internazionali, oltre le pubblicazioni avute su riviste specializzate e antologie.
Diversi sono i primi premi e altri podi vinti, nei vari concorsi indetti dalle Atlantide Edizioni del Dott. Fiore Sansalone, dalla cui Giuria ha anche avuto assegnato un significativo “Premio alla Carriera”, con una pregevole e significativa motivazione: “Personalità di spessore culturale elevato, di grande umanità e di profondo sentire, per le sue poesie di forte ispirazione sociale e dal messaggio costantemente rivolto all’impegno per l’elevazione degli ultimi e per la costruzione di una società d’eguali, in una dimensione più giusta e democratica”.

Ha già pubblicato 3 libri di poesie, con ottimo successo editoriale, dal titolo:
- “U GHIAPPURU” - “Il Cappero”, in lingua siciliana-messinese;
- “MOSAICO”, sia in italiano che in lingua siciliana-messinese;
- “FRUTTI MISTI”, silloge in italiano e in lingua siciliana-messinese.

- Socio del Centro Lunigianese di Studi Danteschi - Ameglia, La Spezia;
- “Accademico ” dell’Accademia di Sicilia”, Palermo, per meriti artistici-letterari;
- “Accademico” dell’Accademia Internazionale “Il Convivio ”, per meriti artistici;
- “Accademico” dell’Accademia dei Poeti Siciliani Federico II° di Marsala, per meriti artistici-letterari;
- “Pioniere della Cultura” per la Sezione Lettere dalla International Vesuvian Accademy Napoli - Palermo. - Nominato Socio Onorario del Versilia Club;
- Insignito dall’Accademia Mediterranea Mare Nostrum - Roma - Messina, del Premio Speciale per la salvaguardia e la valorizzazione della lingua dialettale siciliana;
- Ha avuto assegnato il Trofeo dello Stretto per la salvaguardia e la valorizzazione della lingua dialettale messinese e siciliana, dall’Accademia Mediterranea Mare Nostrum - Roma - Messina;
- Insignito del Titolo: “Poeta della Città Ideale” dal Centro Lunigianese di Studi Danteschi.
- Socio Onorario del Centro d’Arte e Poesia Luigi Bulla Carlentini - SR


***********

I GRANI D’UN ROSARIO

Tra le navate della chiesa madre,
l’odore dell’incenso si sentiva.
I miei occhi, videro il tuo viso,
da fioca luce appena illuminato,
tra il brusio di cuori disperati,
che in preghiera e speranza
addolorati, grazie ti chiedevano.
In quel momento ti sentivo,
la tua presenza percepivo;
mentre cadevano come lacrime,
le gocce sciolte dalle fiammelle,
dei lumini e delle candele accese,
poste ai tuoi piedi Madre santa.
Lì, con te la mia anima parlava,
e i miei pensieri ti confidava.
Ora qui torno e ti vengo a pregare,
e per tutto ti debbo ringraziare,
tra queste antiche e sacre mura,
ripasso la mia vita, sgranandola
come i grani d’un rosario.
Madre amata, il tuo profumo sento,
e come carezza mi aliti nel vento,
con amore ti chiedo:
stai con me fino all’ultimo momento.
Ave Maria.