22
Gio, Ott
14 New Articles

IV° Premio artistico letterario "Perdersi nell'amore" / Nota critica del professor Francesco Martillotto alle liriche prime classificate

Perdersi nell'amore
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

GIUSEPPE MODICA
Primo classificato nella sezione RELIGIOSA

URBI ET ORBI

Venne sera e,
sotto il pianto del cielo,
pietre antiche contarono passi stanchi,
guidarono il candor di seta marezzata
tra il bene e il male;
giunti al bagnato Cristo, il silenzio,
s'unì all'irreale oblio del mondo.
Vite nel buio perse
stettero impietrite al fischio,
al lampeggìo inibite, mentre,
un sacro bronzo il Lete rallegrò.
Il Santo Padre, inerme,
al centro dello spazio vuoto,
disegnò una croce e,
sussurrando al vento
l'urbi et orbi,
ogn'uomo assolse.
Scorsero lacrime dentro le case.

_________________________________________________________________________________________________________

Il componimento è fortemente icastico grazie ai verbi adoperati e alle azioni che si susseguono incalzanti: dal momento iniziale di smarrimento collettivo si erge e viene fuori la figura del Santo Padre che riempie il vuoto spazio con la croce. Il simbolo della cristianità fortifica e ricompatta, le lacrime accomunano, la vita ricomincia, il bene vince sul male.

Francesco Martillotto

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS