26
Gio, Mag
1 New Articles

GIANNI ROMANIELLO (Gravina in Puglia, Bari)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

 

Gianni Romaniello, lucano di origine, risiede a Gravina in Puglia. Laureato in Scienze dell’Informazione, come IT manager si occupa di ottimizzazione dei processi aziendali. La sua forma mentis alimenta la passione di scrivere versi con riferimenti alla logica matematica, facendo convivere l’approccio scientifico e quello poetico in un equilibrio dinamico incentrato sull’atteggiamento di analisi e ricerca dei misteri e dei paradossi della vita.
Nel 2016, riaffiorata in lui la giovanile passione per la poesia, è apparsa per “Il Grillo Editore” la sua prima silloge poetica, intitolata “Vortici Intro Versi”. A settembre 2018 ha pubblicato la seconda raccolta poetica intitolata "In Finito Infinito" (edito da “Il Grillo Editore”). A giugno 2021 ha pubblicato la terza silloge “Intanto m’incanto” (“Controluna” – edizioni poesie)
Ha partecipato a concorsi letterari nazionali ed internazionali ottenendo (oltre cento) riconoscimenti di rilievo tra cui Primi Premi, Premi della Critica e Menzioni Speciali. Le sue poesie sono state pubblicate in diverse antologie.


~~~~~~~~~~

COME IN UN SOFFIO DI SOGNO

Nel tacere
armonioso e fioco
di un nevicare
dolce e lieve
sgorga il silenzio
che in fragranza
imbianca il riflesso
tenue di un sole illeso.

Come in un soffio di sogno
ti vedo scendere
dai chiarori del cielo
che si apre intorno.

Ti sei posata
tiepida e cauta,
mi lambisci e respiri
nei riverberi
della mia anima
rifiorita
con il plenilunio
effuso da te in me.

~~~~~~~~~~

IN QUELL’ORA DEL MATTINO

In quell’ora del mattino
che l’aria odora di randagio
mentre cammino e conto i passi
mi vellica il vento umido
e la brezza m’avviluppa il respiro.

La concentrazione del silenzio
mi solca le viscere del ventre
nel mareggiare di sentimenti
che come onde in propagazione
s’increspano e s’inazzurrano.

La controluce ombrosa del tempo
come tuono squarcia fra le nubi
m’avvampa scuotendo il cuore
traboccante di impalpabili emozioni.

M’allibisce una contrazione dell’anima
mentre il giorno lento volge al sereno.

~~~~~~~~~~

PRIMA CHE S’ALZI L’ALBA

Nella quiete prima che s’alzi l’alba
e il tempo fiumeggia senza rumore
mi ha svegliato il battito del cuore
che lento s’apre al tepore del sole.

Oltre il velo di una nebbia scialba,
la luce del cielo lievemente muta
una timida malinconia sconosciuta
in sussulto di vita che mi affranca.

Tra uno squarcio di luce si dirama,
dall’anima lieta non più solitaria,
il fluire alterno di pensieri nell’aria
in suoni di melodia che mi rischiara.