05
Mer, Ott
2 New Articles

ANNA TUROTTI (Biella)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Anna Turotti è nata a Biella, è sposata e madre di tre figlie. Si è laureata in Lettere all’Università degli Studi di Torino ed insegna presso il Liceo Scientifico di Biella. Nutre un grande amore per la natura e per l’arte e si diletta a scrivere versi e racconti, dove esprime emozioni e sentimenti in uno stile semplice ed evocativo. Ha pubblicato le sue poesie in alcune Antologie Letterarie e la silloge poetica dal titolo “Ali nel blu”. Ha conseguito vari riconoscimenti in diversi concorsi letterari. Partecipa come giurata a Concorsi Nazionali e Internazionali, scrive articoli sul quotidiano nazionale di attualità “La voce agli italiani”.

~~~~~~~~~~

BACIO VUOTO

Promettimi che il tuo bacio
sarà sincero,
gelido come le note
più rigide dell’inverno,
tagliente come il vento
che sferza sulla tua montagna ,
nudo e freddo
come il marmo
di un cimitero buio,
altrimenti non smetterò di chiamarti Amore.

Il tuo bacio sia
un manichino
senza volto
rivestito di un elegante abito da sera rosso
Vuoto
come tu vuoi che sia.

~~~~~~~~~~

LE COSE PERDUTE

Le cose perdute
Hanno il dolce sapore acidulo
Delle mele sopra la paglia
Bianca come la neve.

Le cose perdute
Disegnano quadretti
Su morbide gonne
Su cui riposano giovanissimi sogni.

Le cose perdute
Odorano d'estate,
Di abbracci nella notte
Illuminati dalla luna piena.

Le cose perdute
Hanno occhi grandi e
Mani profumate
di zucchero filato e di biscotti.

Le cose perdute
Bisbigliano sogni,
Scritti con inchiostri trasparenti
Su libri mai dimenticati.

~~~~~~~~~~

NEL MARE

Mi rivedrai nel mare ...
All'alba,
Quando verrai a cercarmi dopo una notte insonne,
O al tramonto
Quando ti nasconderai
Al mondo
Per non mostrare le tue lacrime.
Sarò la schiuma azzurrina che esce dalle onde lievi
per venirti accarezzare
Ti inghiottirò nel mio vortice
Per farti annegare qualche secondo
Nel ricordo del mio abbraccio.
L'ultimo....
Quando sapevamo
Da tempo
Che non ci saremmo mai più incontrati.
Mi guarderai nello specchio
Verde del mare profondo,
Il mio viso
Sarà il giovane viso di una fanciulla.
Non vedrai il mio sorriso invecchiare
Né i miei fianchi tiranneggiati
Dal tempo
Che non perdona.
Né io ti vedrò appassire
Come un fiore.
Non vedrò il tuo triste sguardo perso
nella nebbia che cancella i ricordi.
Non conoscerò la tua morte
E tu non conoscerai la mia.
Noi vivremo di giovani promesse