26
Gio, Mag
1 New Articles

LORENZO UGOLINI (Calcinato, Brescia)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

Lorenzo Ugolini nato a Lonato del Garda (Bs) abito nell’entroterra del Lago di Garda.
Ex tecnico, ora in pensione, da anni scrivo poesie che coltivo unitamente ad altre passioni e hobbies come la fotografia e la pittura. Mi propongo con un profilo Facebook e due pagine personali “Ugolini Lorenzo Porta-Voce della Natura”. E “Dalla nostalgia alla speranza”, che è anche il titolo del libro pubblicato nel 2018, della mia prima raccolta di poesie. (Swan Book Edizioni)
Nel 2019, sempre con la casa editrice Swan Book edizioni, ho pubblicato la mia seconda raccolta di poesie dal titolo “Nei vicoli del cuore”.
Ho ricevuto numerosi premi e riconoscimenti in campo poetico.
Tra gli altri:
Terzo classificato Libro poesie edito DALLA NOSTALGIA ALLA SPERANZA. (la prima raccolta di poesie) nel terzo concorso Nazionale "Il sabato del Villaggio", Atlantide Edizioni.

Il Premio presidenza della Giuria per “libri editi” della seconda raccolta dal titolo. NEI VICOLI DEL CUORE. nel Quarto concorso Nazionale Il sabato del Villaggio. Atlantide Edizioni.

 

~~~~~~~~~~

BOTTI NEL NULLA

Volge al termine
Il tempo del sorriso,
non desta pensiero
il mio sguardo.

L’inutile cammino,
trascina la mia ombra
sulla strada deserta
delle illusioni.

Frastagliato vivere
di inutili traguardi:
botti nel nulla
di ricordi lontani.

Pareti gelide come il ghiaccio,
diventano vetro
e sterili sospiri, infusi di abbandono,
rinunciano alla speranza.

~~~~~~~~~~

COME IL VENTO CHE PASSA

Scorre il tempo della vita,
tremori nei cuori e destini vissuti,
sono le tracce segnate dal tempo
che scivolano nell’anima e mi parlano di te.

Delle tue parole senza voce,
dei tuoi occhi di lacrime,
come gocce di rugiada
che diventa brina.

Di quella sala fumosa
dove una diva recitava,
mentre sul tuo viso
scorreva una lacrima.

Delle finestre chiuse
di quella casa a due passi dal mare
che vide l’amore
e sembra volerci aspettare.

Là, i nostri volti
volgevano lo sguardo all’immenso
azzurro dell’infinito cielo
in cerca di sogni.

Ricordo quelle tue parole del passato dolore,
custodite nel mio cuore,
scrigno segreto della tua vita
e del nostro amore.

E poi, lasciarti andare via,
come il vento che passa
e lascia un brivido nel cuore
che non si può scordare.

~~~~~~~~~~

SOGNI EVANESCENTI..

Distrazioni diffuse,
in evanescenti sospiri
intrisi di silenzio.

Incogniti trapassi,
si disperdono
in labirinti sconosciuti.

Gravitano pesanti
nell’immaginario collettivo,
scenari dirompenti.

Freddi, invisibili cristalli,
come lance avvelenate
cadono sul mondo sgomento.

Mentre tutto evapora,
svanisce la speranza,
che in me dimora.

Vedo un mondo opaco,
di sogni senza patria,
vedo orme stanche calpestare l’ignoto.

Mi desta il sogno, e dove finisce il cielo,
vedo un raggio di sole.

 

Pittura: "Calpestio nella polvere"

Fotografia: "Oltre le nuvole"