31
Mer, Mag
4 New Articles

KETTY LA ROSA (Verona)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Ketty  La Rosa, nata a Catania  il 03 -08 -1973. Vive a Verona.

Docente, pittrice, poeta, illustratrice.

Ha pubblicato 7 libri.

Premi:

Nel 2020   presente  nell' Atlante dell'Arte Contemporanea  edito da De Agostini

Ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti : targhe, medaglie auree , menzioni d' onore,  diplomi,  partecipando dal 2018 al 2023 a numerosi Premi Internazionali di Poesia e Arte.

Nell' anno 2022 ottiene al  Premio Internazionale di Poesia Città di Varallo il Terzo posto con il  suo Libro "Diapason" con Coppa artistica

 Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti 2022  conPremio speciale poesia Per ragazzi  per il libro  Il labirinto di Marshmallowedito da Pav Edizioni

Mostre :

Dal 2018 a oggi ha partecipato a numerose mostre collettive e

nell' Anno 2022  con la Mostra personale sulla Fiaba a città di Soave Verona

 

Pubblicazioni :

Le sue poesie sono presenti in numerose Antologie letterarie.

Nel 2020 ha pubblicato il suo primo libro , raccolta di poesie e pittura “La Grande Onda” edito da Ctl Editore Livorno ,  

 Nel 2021 è coautore del libro “Andrea L'Astronauta“  con le sue le  illustrazioni ed edito da Ctl editore Livorno.

Nel 2022 pubblica il suo secondo libro  Diapason poesia, prosa e arte edito Ctl Editore Livorno

Nel 2022 Pubblica IL labirinto di Marshmallow- libro illustrato  di fiabe e filastrocche edito da PAV EDIZIONI

Nel 2022 è coautore di  CinqueStorieMarine con le sue illustrazioni, edito da casa editrice TRIPLA E-

Nel 2022 pubblica il libro Una Scuola A Colori edito da Pav Edizioni

Nel 2022  presente fra gli autori del libro ArcoBalEnO  edito da Bonaccorsi Editore.

 

Articoli giornalistici

Verona Sette : Interviste del giornalista scrittore Gianfranco Iovino per i libri La Grande Onda, Diapason, Il labirinto di Marshmallow

Buonasera Taranto : poesie pubblicate dal giornalista Gian Carlo Lisi : Notte Stellata Sul Rodano e Notte Santa.

 

 

~~~~~~~~~~

INVISIBILE

E mi ritrovo affranto
nella sorda coltre bianca
un vagar senza meta,
dove anima inquieta
si dimena e stanca arranca
a bramar flebile luce.
Oh nebbia, gelida mano
che bendi gli occhi,
fiato della cupe notte
sbadiglio del mattino
alito della morte a me vicino,
in questo torpore
conto le ore
nel mio lurido giaciglio
di una panchina al gelo,
non temo periglio
di scomparire
io Invisibile già a cielo terso,
vestito di lembi di indifferenza
e come coperta tu nebbia
in questo mio trascinare il fiato
un solo peccato,
un desiderio
prima del tuo freddo abbraccio,
che non sia vano il mio passaggio,
prima del sonno eterno
udire la Sua voce
che della effimera vita sia memento.

~~~~~~~~~~

LA FARFALLA

Farfalla ti trastulli con il vento,
crisalide solo il tuo ricordo,
volteggi e non vuoi dar torto,
a chi mira un mero cielo torvo.

Ritorni a sentir la primavera,
di Zefiro solo la carezza,
il fiore ti sfiora la livrea,
donandoti corolla e la purezza.

Folgore di colori,
malandrina di fiori,
del tuo batter d'ali,
della tua ardita vita,
ignara della dipartita,
figlia di libertà e sogno,
del vespero, l'ultima preghiera
albore, foriera del giorno,
tu sei l'impavida chimera!

~~~~~~~~~~

NOTTE STELLATA SUL RODANO
(omaggio poetico all’artista Vincent Van Gogh)

E ti porterò a veder le stelle,
lì dove l’onda spinge l’ora
e le galassie son sorelle.
Ti porterò le luci della notte
come sassi dorati lasciati sulle sponde.
Ti porterò su un letto
di foglie arse,
di comete sparse
a ricamare il tempo dell’amore con intarsi,
e ti porterò a toccar e stelle,
le più belle,
che possano balenare nei tuoi occhi,
eterne. 

~~~~~~~~

IL VALZER DI STRAUSS 

Ferro,

ferro battuto sull’argine del fiume,

dove la lesina non cuce filo di speranza

ma solo rete per pesci.

Fionde, pallottole vibranti

che come il bersaglio

affondano guizzanti

nello specchio gelido.

Non vibra alcun suono,

solo il martello batte l’incudine del tempo.

Sono freddi come marmo quei calzari

e quei giorni cantati da Ovidio balaustre,

eppure sudava la vita

in sessanta vasi di fiori.

Eppure suona ancora il valzer di Strauss.

~~~~~~~~

LA BALLERINA

Danza sottile di note dorate,

gioco lieve di foglie ambrate.

Soffio leggero,

soffio di vento,

autunno sospiro di incanto del tempo.

Giochi d’amore

di ultimo incontro,

gracili foglie

arse di voglie,

colme di sonno,

ebbre di vento,

sono foglie sparse nel vento.

Foglia leggera,

foglia di vento

abbandoni il fusto tuo amore eterno.

E fai la farfalla di fiore in fiore

sei solo sogno

di un tappeto d’amore.

Foglia ribelle

voli nel vento

ma alla terra ritorni in un momento.

~~~~~~~~

PASSIONE

Nell’urlo muto del mio fiato,

sospeso nell’attesa,

la fredda passione

brucia e gela il mio sangue.

Non essere ghiaccio,

ma fiamma che arde,

vento che spira tempesta;

sii mare che dolce lambisce la pelle

e onda che mi sovrasta.

~~~~~~~~

TI PORTERÒ LE STELLE

E ti porterò a veder le stelle,

lì dove l’onda spinge l’ora

e le galassie son sorelle.

Ti porterò le luci della notte

come sassi dorati lasciati sulle sponde.

Ti porterò su un letto

di foglie arse,

di comete sparse

a ricamare il tempo dell’amore con intarsi,

e ti porterò a toccar le stelle,

le più belle,

che possano balenare nei tuoi occhi,

eterne.

 

 

 

 

 

 

PITTURA: "La Grande Onda"

 

 PITTURA:"Elios"

 

PITTURA: "La fiamma" 

 

PITTURA: "L'innocenza"