01
Ven, Mar
3 New Articles

ROSARIO CASCONE (Angri, Salerno)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Mi chiamo Rosario Cascone, sono nato a Pagani nel 1955 ma vivo fin dalla nascita ad Angri in provincia di Salerno dove vivo attualmente con la mia famiglia.

Ho due figli, Elvira e Michele, ed una meravigliosa nipotina di nome Ginevra ai quali ho dedicato una poesia.

Dal 1980 al 2020 sono stato in servizio presso il Comando di Polizia Municipale di Angri, dove ho ricoperto per diversi anni anche il ruolo di Comandante.

Scrivere poesie è una passione che mi porto dentro fin dalla mia adolescenza che fino al mio pensionamento ho condiviso solo con una penna ed un diario.

A marzo 2022 ho pubblicato edito dal Centro Iniziative Culturali di Angri una raccolta di poesie intitolata “Tentativi di Poesie attraverso me “, una raccolta di poesie che non ha un filo conduttore, ma non si discosta molto dalla vita vissuta.

Dopo la pubblicazione del libro ho iniziato a partecipare a vari concorsi letterari, intraprendendo un nuovo cammino che mi ha portato in un mondo che avevo vissuto solo come lettore e che ora sto vivendo anche come autore, ricevendo diversi premi.


FRAMMENTI DI VITA

Tempo
assegnato e vissuto
che ha rincorso sogni e speranze.

Tempo
del tutto e del nulla
nascosto nel giardino segreto del mio cuore.

Tempo
in attesa di un domani
voluto da un amore che tutto salva e tutto condanna.

Tempo
di accettare quello che non si può evitare.

Tempo
di restare chiuso nell’angolo del disappunto.

Tempo
che lascia il mio desiderio incompiuto
nella luce infinita.

******************

 

A GINEVRA

E come per miracolo
la tua visione
il tuo sorriso
il tuo profumo
il tuo amore
trapiantato dentro di me.

Sei diventata
il mio tempo che sarà
perché la mia gioia di vivere
ora sei tu.

Sei un inno all’amore
al centro dei miei giorni
fra tanti altri discorsi.

Questo sei tu
nipote mia.

 ****************

 

PER LORO, I FIGLI

Per loro,
un incoraggiante sorriso
anche quando non c’è speranza di felicità
affinché la loro anima
possa abitare nella casa dell’avvenire.
Per loro,
a costruire tutti i cammini nell’oggi,
perché la strada del domani sia sicura.
Per loro,
quelli che nascondono
in equilibrio sulla realtà
quanto di noi è rimasto
per non seppellire
il ricordo di giorni felici.
Per loro,
il lascito del nostro tempo
come pegno di una vita.