21
Lun, Set
9 New Articles

TERESA COLACINO (Milano)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Teresa Colacino nasce a Motta Santa Lucia, un paesino collinare in provincia di Catanzaro. All’età di 20 anni si trasferisce a Milano, città che le permetterà di costruirsi la sua futura famiglia. Ed è proprio nel capoluogo lombardo che inizia il suo lavoro di insegnante, che svolgerà per circa 30 anni. Attualmente è in pensione ma coltiva la passione della sua vita: scrivere poesie. Da alcuni anni collabora con il gruppo letterario “Apri il cuore alla poesia”,, dove ricopre la carica di Presidente di giuria nei concorsi letterari promossi dal medesimo gruppo, ed è socia della neo associazione culturale “Atlantide – Centro studi nazionale per le arti e la letteratura“.
Tema dei suoi scritti è l’amore che alterna alla nostalgia per la sua terra natia o ad esperienze di vita personale, sovente arricchite e colorate dalla fantasia. Oltre alla scrittura, pratica l'hobby per il ballo, in particolare il tango.
La sua vita è una lunga ricerca per ogni forma d’arte, interesse che le arricchisce la quotidianità.

***********

MENTE CONFUSA

Echeggia il rumor
dell’anima ribelle,
nella quiete.
Tutto è silenzio,
anche, il mare tace:
“Le onde scivolano
silenti, come una
preghiera recitata
sottovoce,
mentre, il turbinio
dei pensieri corre
nella mente buia,
illuminata da una
fiammella di
quell’immenso
sentimento che mi
lega al nostro amore”.
Ribelle dico , si, dico
ribelle, perché
è un amore
contrastato da un
immenso
desiderio di averti
a me vicino: di stringerti,
abbracciarti, baciarti
come, quando,
anche tu mi sussurravi
amore o di lasciarti
andare.
Lo so che ami
un ‘altra, il cuor mi dice
resta, mentre,
la mente mi
suggerisce, vai.
Vorrei, trattenerti, ma,
non serve, perciò ti lascio
andare.
Lo penso, ma il mio
cuore piange perché,
come nasce
insieme l’amore,
insieme finir dovrebbe
Mentre, io : ti amo ancora

(Le mie lettere, 21/07/2020)