26
Gio, Mag
1 New Articles

SERAFINA IACINO (Alessandria)

Autori Italiani
Typography
  • Smaller Small Medium Big Bigger
  • Default Helvetica Segoe Georgia Times

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

 

Serafina Iacino, in arte Fina Yacin, nata a Grimaldi (Cosenza). Dopo le scuole elementari i suoi decidono di mandarla in collegio a Palermo, dove compie studi medi e superiori. Tornata a casa per la morte del padre, si diploma all'Istituto Lucrezia della Valle di Cosenza e riparte per Palermo dove frequenta la facoltà di Architettura, studi che dovrà poi interrompere per motivi familiari. A Palermo inoltre consegue il diploma di Scuola d'Arte ceramica e metalli affini, ma non può fermarsi in quella città e allora si trasferisce a Roma, all’Istituto Sacro Cuore in Via Nomentana, dove insegna disegno agli studenti delle Scuole Medie. In seguito decide di spostarsi in Piemonte con la speranza di finire l'università, ma non risulta possibile, riprende l’insegnamento di disegno e comincia a insegnare anche nelle scuole per adulti e nelle scuole carcerarie per 12 anni. Alla fine l’amore per i bambini ha il sopravvento e superati due concorsi ottiene una cattedra di ruolo alle scuole elementari dove insegnerà per 35 anni. Ha sempre continuato a dipingere, partecipando a mostre raccogliendo numerosi successi, ma ha dovuto mettere da parte la sua capacità di pensare e scrivere in “versi”. Dopo essere rimasta vedova però ha ripreso il suo hobby ed cerca di esprimere ogni emozione in Poesia.


~~~~~~~~~~

HAI PROVATO AD IMBRIGLIARE IL VENTO?

Quanto nel cuore
canta solo amore
per la vita, tu voli
alto e non ti puoi
fermare, perciò ti
dico: ''Hai provato
ad imbrigliare il vento
che come un cavallo
pazzo va?"

Non ci riesci né ora
né mai, perché il
cuore non segue
legge alcuna se
non la sua, che
cambia come la
luna e tu non puoi
seguire, se non vuoi
impazzire!

~~~~~~~~~~

LA GIOIA

Stamane mi son
svegliata perché
nel cuore facevano
un can can, la gioia
di vivere e quella
di vedere il mondo
intorno!

Occhi brillanti, sorriso
luminoso, viso disteso,
anche con le rughe,
occhio allo specchio...
si sono io!

E rido, di che cosa
non lo so, forse di
quell'uccellino che
sul ramo saltella,
di quella foglia che
non si vuol staccare,
del vento che combatte
la sua lotta!

In fondo una rosellina
di novembre saluta
sorridente, strizza
l'occhio e par che dica:
sorridi, sei viva, è bello
vivere ed amar

~~~~~~~~~~


LA TENEREZZA COS'È?

Ti guardo e provo
tanta tenerezza, mi
commuovo e il perché
non so!

Scie d'argento scendono
sul viso, di freddo marmo,
ma gli occhi luminosi
parlano da sé!

E' un altro bene, un bene
tenerezza che mi riempie
il cuore e non lo sai!

Si sono la stessa, quella
dai caldi fuochi, ma han
preso un'altra piega e non
so perché!

Eppur mi piace, ti copro
di carezze, ti chiamo con
mille nomi nuovi, non ho
fini, né malizia alcuna;

è un bene puro, come la
luce della luna!
Lei dà luce senza nulla
in cambio, anch'io voglio
darti il cuore, senza ricambio! 

 

 Pittura: "Aspettando primavera"