05
Mer, Ott
2 New Articles

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Sabrina Tonin nasce nel 1957 in un paesino da sempre dedito a commerci con i Paesi dell’Est, che diventano una sua seconda Patria. Lavora e vive infatti tra il Veneto e Budapest. Dopo il liceo si diploma alla Scuola Politecnica di Milano sotto la guida di Bruno Munari. Appassionata di letteratura, pittura, architettura e musica lirica, ama la scrittura che pratica per diletto personale fino al 2020, quando decide di partecipare a numerosi Concorsi letterari, ottenendo riconoscimenti anche internazionali. Scrive soprattutto romanzi e racconti. Nell’anno trascorso dal suo debutto ottienne 80 riconoscimenti tra i quali 14 primi posti con la pubblicazione di quattro romanzi.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Lucia Lo Bianco è nata il 27 maggio 1965 a Palermo. Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne e con un Master of Arts in Professional Development for Language Education, dal 1993 insegna lingua e letteratura inglese al liceo. Poetessa, scrittrice, saggista e giornalista ha pubblicato cinque sillogi di poesie “Le Ali ai Piedi”, 2013; “Il Faro”, 2015; “Il Silenzio del Tempo”, 2020; “Sono una barca” (2021); “Come una libellula” (2021) ed una raccolta di racconti “Le donne lo dicono” (2021) e ha appena completato il suo primo romanzo. Nel 2020 è divenuta Co-Fondatrice di WikiPoesia, Accademica del Convivio ed Accademica di Sicilia. Numerose sue poesie, racconti ed articoli sono stati selezionati per concorsi letterari e si è classificata ai primi posti in numerosi e prestigiosi premi nazionali ed internazionali ottenendo riconoscimenti anche all’estero per poesie scritte in inglese e spagnolo. La vera fonte di ispirazione di Lucia Lo Bianco sono i rapporti umani, l’impegno quotidiano a valorizzare gli incontri, il valore delle piccole cose, la corsa, i rapporti familiari, le difficoltà del vivere, il tempo e il viaggio come metafora e simbolo dell’esistenza. La sua scrittura ha ultimamente assunto una nota più specificamente sociale, trattando temi quali l’immigrazione e la violenza sulle donne. Dalla fine del 2019 con poesie, racconti ed articoli ha totalizzato circa 350 premi in Italia e all’estero.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Palma Civello è nata a Palermo. Laureata in lettere classiche col massimo dei voti, ha insegnato nelle scuole secondarie. È appassionata di pittura e fotografia e con quest’ultima ha partecipato ad alcuni concorsi conseguendo i primi posti.
Ha conseguito nel 2018 il Master in psicologia dell’arte e della letteratura con una tesi sulla fototerapia e la fotografia terapeutica.
Nel gennaio 2008 ha pubblicato il libro di racconti “Volti e svolte al telefono” con la Casa Editrice La Zisa di Palermo e nel marzo 2011 ha pubblicato con la stessa Casa Editrice la sua prima raccolta di poesie “Ho liberato le parole”.
Inserita in numerose antologie letterarie, ha avuto pubblicati una poesia e un racconto a tematica mitologica nel terzo volume della prestigiosa letteratura e antologia greca “Grecità” ad uso dei licei classici ed edita dalla casa editrice Palumbo nel 2014; alcune poesie si trovano anche in antologie della scuola secondaria di primo grado.
Si è classificata ai primi posti in numerosi e prestigiosi concorsi letterari nazionali ed internazionali per opere sia in poesia che in prosa.
Nel 2013 le è stato conferito un premio speciale alla carriera durante la manifestazione del premio “Vincenzo Licata” di Sciacca.
Nel gennaio 2017 ha pubblicato con la casa editrice Drepanum il libro di racconti “Nodi di donne”.
Nel Maggio del 2018 ha conseguito il primo posto al prestigioso premio ASAS di Messina, vincendo la pubblicazione di una silloge inedita dal titolo “Come tela di Penelope” a cura della Casa Editrice Del Poggio di Foggia.
Ha ricevuto un premio alla carriera nel 2019 nell’ambito dei concorsi di “Apri il cuore alla poesia”.
Nel gennaio 2020 ha pubblicato il suo terzo libro di racconti “Fili della vita” con il Convivio Editore.


~~~~~~~~~~

INSONNIA

Ed è notte
e rincorro un pensiero
ancora non stanco
che batte, martella,
sconvolge, mi assale,
poi scappa
ed io ancora l’inseguo
perché vorrei
che perdesse le forze
strappandogli l’anima
ma forse non l’ha…
ha solo dei sassi
che lancia là dove
potrebbe ferirmi di più.
Ed è notte
ed io non ho armi
e non posso difendermi,
mi tocca ansimare, girare
assalire le ore che lente
deridono il mio vagabondare.
Si arrende soltanto alla luce:
proverò a calpestarlo
e poi lascerò che si perda
tra un bacio e un abbraccio
per sempre.

~~~~~~~~~~

SENTIRE

Sapere d'essere
vento,
ma anche riparo.
Sapere d'essere
arsura,
ma anche frescura.
Sapere d'essere
in fuga,
eppure restare
a parlarti di me
e di una nuvola scura
che ancora
mi corteggia.
Sentire di avere
soltanto parole
per accarezzare
ferite infinite
e poi
soltanto il tuo amore
a proteggere ciò
che mi resta.
Sussurrami un bacio…
e forse potrei
sentire soltanto
di noi.

~~~~~~~~~~

SOLA

Sola,
era la nuvola che aveva perso
le compagne,
distratta da un luccichio ingannatore.
Sola,
era la foglia staccatasi dall’albero
all’improvviso,
non volavano con lei
le sue sorelle
ed aveva paura di cadere
senza avere accanto un colore amico.
Sola,
era la favola della principessa
che svegliandosi dal sonno
non aveva trovato
i sogni immaginati.
Soli,
sono gli uomini
che non sentono parole
e richiami,
intrecciano sillabe deformate
per decorare inutilmente
i loro spazi vuoti.
Sola,
mi abituerò ad orientarmi
schiudendo lo sguardo
a stelle lontane.

  Fotografia: "Magie serali"

 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Germana De Padova nasce a Torino il 1 settembre 1973. All’età di un anno si trasferisce con i suoi genitori in un paese in provincia di Taranto, San Marzano di San Giuseppe, dove vive attualmente. Consegue il diploma Tecnico Commerciale e lavora come Commessa in una farmacia del paese. Amante dell’arte e della letteratura, coltiva le sue passioni nel tempo libero. Da sempre è un’accanita lettrice di diversi generi, ma tra essi primeggia il thriller noir psicologico. Col passare degli anni scopre il suo interesse per la scrittura trovando nella poesia la sua massima ispirazione. Il suo primo componimento risale a circa sei anni fa, seguito da diverse opere che andranno poi a caratterizzare il suo percorso formativo in campo poetico, perfezionandolo. Non da meno è l’interesse per i brevi testi e i racconti la cui stesura entra a far parte del suo quotidian

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Campagna Epifania Grazia, appassionata d'arte fin dalla giovane età. Nata a Nissoria (Enna), il 06 gennaio 1953. Ha studiato materie umanitarie con con grande soddisfazione negli anni '70. Ha lavorato per tantissimi anni nella sanità con scienza e coscienza. Ha svolto tanti lavori umanitari. Ha amato e ama viaggiare. Ha molta conoscenza dell'animo umano ed è uno dei motivi che l'ha spinta a scrivere dei versi.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Romualdo Guida nasce a Vallo della Lucania (SA) nel dicembre del 1957. Vive a Pioppi (SA).
Si è diplomato ragioniere ed ha frequentato l’Università degli studi di Salerno, facoltà di giurisprudenza, ma si è fermato a metà degli esami.
Sempre amante della letteratura, ha iniziato a comporre poesie sin da ragazzo.
La sua umile personalità non gli ha permesso di rendere pubblica questa sua passione.
Solo nel 2014 prende coraggio e inizia a condividere questi suoi scritti su dei siti letterari, dove riscontra un interessante coinvolgimento dei lettori. Decide così di partecipare a vari concorsi di poesia ed ottiene lusinghieri risultati, occupando, in essi, tutte le posizioni del podio e ricevendo tanti altri riconoscimenti.
Nel 2016 pubblica la sua prima raccolta di poesie dal titolo "Un mare di Emozioni".
La sua verve poetica continua.

 

~~~~~~~~~~

IN ATTESA CHE, TU MI TROVI

E ti cerco …
sulle onde del mare
e il luccichio del sole,
in un ramo fiorito
e nei prati di primavera
nel respiro del vento e,
in un cinguettio di volatili,
tra lo scroscio di un ruscello
e il lievitar delle stelle.
Raggiungimi …
nell’oasi della prova
e nei rumori dei peccati,
sulle orme della vita
e nelle stanze del dolore.
Io sarò lì …
ad aspettarti,
nel silenzio dell’amore
con il tempo del destino e,
la speme della pace,
ad accoglierti a braccia aperte
o mio Signore!

~~~~~~~~~~

LA MIA TERRA INCOLTA

Plumbeo è il cielo
senza squarci di sole
gelido il vento che
arriccia il mare e
svolazza foglie ingiallite
ancor resistenti.
Cupo è lo spirito
senza percepire primavera,
presagio di speranza.
Volatili promesse
assoggettano l’incerto domani
senza responsi.
Nuove nuvole addensano
il pur flebile respiro
di una Terra ormai incolta
succube del misfatto.
Povera Italia mia.

~~~~~~~~~~

SENZA PIÙ NARRATORI

Mi ritrovo ancora
nell’agorà del tempo
a fluttuare lo spazio
con le speme
della verde età.
Annaspo,
nel presente diluirsi
di ancestrali riti,
nobili vestigia
in dissolvenza .
Non muore Dio
nel cielo dell’apatia né,
il sole si perde nel mare
le ginestre saranno in fiore e,
Sirio brillerà ancora.
Angusta sarà la dissertazione
nei tempi futuri
allorché mancheranno
i vetusti suoni
dei narratori del passato.

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Nato a Sant’Agata de’ Goti in provincia di Benevento il 20/09/1958, qui ho vissuto fino al 1978.

Arruolato Nella G.di. F. nel 1979 dove o svolto vari incarichi fino al 2000.

Congedato con il grado di Brigadiere 2003.

Da allora mi dedico hai miei hobby lettura, fotografia e alla scrittura, ho pubblicato in proprio sul sito internet www.ilmiolibro.it una raccolta di poesie dal titolo “Fiore di Loto”(poesia in forma di Poetry Japanese) nel dicembre del 2012 ho pubblicato con la casa editrice Montedit di Milano una raccolta di poesie dal titolo "Echi d'emozioni" Inoltre ho pubblicato con la MA.GI editore quattro raccolte di poesie dal titolo “L’eternauta”, “ Il Viaggiatore par. II” e “Quel dolce verso” “Percorsi di vita” vincitore di vari premi e inoltre inserito in varie  antologie

 

Alcuni dei premi ricevuti:

2010 - 3° Ed. premio poesia e narrativa breve inedita “Antica Tridentum Marche-Abbruzzo San       

Benedetto del Tronto (AP).

Encomio solenne alla creatività nella sezione racconti, Con il racconto “Amori paralleli”. San Benedetto del Tronto Maggio 2010

2011- Concorso accademia F. Petrarca – di te amore mio penso e scrivo - marzo 2011 (VT) 2° assoluto coppa trofeo con la poesia Ricordo di te” 2011

- “Festival cultura Viterbo”  Accademia int. Francesco Petrarca Viterbo

1° assoluto Grande coppa Vittoria.  Con la poesia Auschwitz -Aprile- maggio 2011

2011- Premio Europeo arti letterarie Via Francigena 2011 – premio  della critica coppa personalizzata  per la poesia “il mio infinito” 19 giugno 2011 Amesso antologia Via Francigena 2011 Un Itinerario di Poesia.

2011 – Cerimonia chiesa dei Deputati piazza Colonna Roma 08 dicembre 2011

Accademia Francesco Petrarca – Gran Coppa come poeta dell'anno-Conferimento Nastro d'argento Bachelor con patrocinio dello Stato Italiano - Stato del Vaticano – Camere – casa della letteratura – C.R.I. - Caritas Children -senza tetto Roma – Mani tese-

Conferimento Diploma di Merito e nomina di Accademico Baccellierato tecnico professionale in arte letteraria internazionale .

Motivazione:

L'assegnazione viene attribuita per merito alla V.S. Pere essersi distinta con fama  e singolare perizia nella materia Poetica/Narrativa.

2012 – Ass. Luce dell'arte – 2 concorso del premio “la forza dei sentimenti”

Premio speciale per la scrittura: Targa  “Notte d’amore in riva al mare, sulla sabbia bagnata, sotto la luna e un cielo stellato” canzone di Ciervo Antonio (Trento)

2012 -  Accademia F. Petrarca concorso internazionale “Una rosa per Santa Rosa”  1° posto assoluto Gran coppa Lux con la poesia  “adesso che mi manchi (Madre)”  più diploma

di Benemerenza per alti  meriti culturali più croce al merito  14-15 settembre  2012

2012 – Premio internazionale di Arti letterarie THESAURUS Premio speciale  (A.Ge)

associazione genitori 

2013 - Accademia F. Petrarca Viterbo concorso "Una rosa per santa Rosa" 1 posto assoluto nella sezione "Un Verso Mascherato" con la poesia "Maschere d'attesa" marzo 2013

2013 - Acc. G. Leopardi concorso "Colori e parole 2012" Terzo classificato nella sezione Haiku

2014 - Evento artistico-culturale, 12° Memorial Day – Accademia Francesco Petrarca  26 gennaio 2014 POETA LAUREATO ANNO 2014 + COPPA PRESTIGE + TROFEO DAVID ARGENTO + ASSEGNAZIONE CALICE DEL PETRARCA PER L’ANNO IN CORSO attribuito a ANTONIO CIERVO di Trento con la motivazione che segue: “In un arco temporale ricco e variegato, con convinzione e perizia, si è librata la voce poetica dell’autore beneventano, raggiungendo consensi significativi.”

2014 - Premio Letterario Nazionale - Trofeo Beniamino de Ritis - Ortona

Poesia Segnalata dalla giuria  Sez. Dialettale umoristica "E meno male che ce state vuj", agosto 2014

 2014 - Concorso "Il giro d'Italia delle poesie in cornice 2014" 5° classificato con l'opera "Sorriso"

2014 - Concorso "Il club degli autori 2013/2014 4° classificato ex aequo con l'opera "I nostri pensieri", 2015

2015 - Accademia Internazionale Francesco Petrarca di Capranica Viterbo

Roma largo colonna chiesa deputati cerimonia EVENTO "SHALOM UNITI PER LA PACE" ROMA 25.01.2015. Premio medaglione della Presidenza, premio per la Regione Trentino Alto Adige più Benemerenza.

2015 -  Premio letterario Internazionale di Poesia, Racconti e Fotografia Juan Montalvo

Premio speciale sez. fotografia con l'opera "GEA" marzo 2015

 2016 -  Inserito nell'antologia "Repertorio di Arte e Poesia " con l'opera L'immenso ED Ursini.

2014-2019 -  Targa di merito per il concorso ad “ALDA MERINI” indetto dall’Accademia dei bronzi Catanzaro

2017 – Associazione teatro culturale “Beniamino Joppolo” Patti Messina 1° classificato per il concorso “strade di poesia 4° edizione con la poesia “Io rinasco”

 2018 - Associazione teatro culturale “Beniamino Joppolo” Patti Messina Gran Premio Speciale “Pino Costa”  Strade di poesia” con la poesia “il girotondo della guerra”

 2019 – AWARD CULTURAL FESTIVAL INTERNATIONAL XX Edizione “Premio letterario

 “Tra le parole e l’infinito”  Encomio nella sezione “Albo d’Oro”

 2019 – 6° Concorso Internazionale di poesia, prosa e arti figurative “La finestra eterea”,  posto sezione libro di poesia “L’eternauta”

2019 – CLSD – Premio internazionale di letteratura per la pace universale “Frate Ilaro del Corvo” “premio speciale della critica” per la silloge “Il Viagggiatore parte II.

2020 – Accademia dei Bronzi “Riconoscimento Artistico – Letterario dell’Accademia dei bronzi per la poesia singola “Alfiere dell’Arte e della Poesia”

2020 – Terzo concorso internazionale “Magna Graecia Arte e Poesia “ Primo classificato nella sezione Fotografia con L’opera “Colori Autunnali”

Inoltre inserito in varie antologie.

 

  ~~~~~~~~~~

Anima mia,
non avere paura dell'oscurità
e del cammino, fra tante avversità
non avere paura
dei neri veli che ti avvolgono
con stretti nodi
che il respiro tolgono.

Non piangere
se orizzonti rosei
ancora non vedi,
non angustiarti
se insicura nel passo incedi,
ma in silenzio ascolta
il battito del tuo cuore
ascolta
e lui ti guiderà
sui sentieri dell'amore.

Vedrai allora
che le ombre
dalla luce fuggiranno
e le fredde nebbie
sotto il caldo sole
si dissolveranno.

 ~~~~~~~~~~

CIÒ CHE L'UNIVERSO MI SUSSURRA

Un altro giorno è nato
piano si srotola davanti a me
con i suoi mille sentieri
le sue mille domande
e i tanti perché.

Mentre il mondo
tutto intorno corre
sordo al proprio grido di dolore
io lento avanzo, passo dopo passo
ascoltando ciò che l'universo
mi sussurra.

Il sussurro ascolterò:
del fruscio del vento
dell'acqua che limpida scorre
del sole che di luce scalda
essi mi parleranno
del fluire dell'universo
dove non esiste il tempo.

Di questo riempirò la mia anima
fino a che la notte
non prenderà il posto del giorno
quello sarà il momento
di chiudere gli occhi
sotto lo scintillio delle stelle
e ascoltare...
il sussurro dei sogni.

~~~~~~~~~~

DOLCE È LA NOTTE

Al tramonto
lentamente avanza il buio
inghiottendo gli ultimi riflessi
di una pallida luce..

Scende la notte
col capo chino
stancamente chiudo gli occhi
lasciando cavalcare liberi
nei miei sogni
i desideri a lungo trattenuti.

Dolce è la notte
disteso fra le lenzuola
di fresco pulito
e il battito di un cuore
che a me si avvicina.

~~~~~~~~~~

CARPE DIEM

Il tempo veloce passa
i desideri presto
si assopiscono nell’età.

Cogli il momento
prendilo adesso
e vivilo con passione oggi
ciò che domani
potresti più non avere

cosi che rimpianti non avrai
Carpe Diem.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Giuseppe Venticinque nasce a Catania il 14 Marzo 1957. Da sempre appassionato e incuriosito dalla letteratura legge tutto ciò che può per poi riversare l’apprendimento scrivendo libri scolastici, racconti, storie aneddoti di vita vissuta raccontate da persone vere che hanno vissuto personalmente la fame, la guerra la povertà, inteso come l’insieme del suo vissuto. In questi anni ha raggiunto vette significanti con molti premi Nazionali e Internazionali avvalendosi della Voce espressiva che sa penetrare il cuore di tutti i poeti, una persona speciale Rodolfo Vettor. Le poesie da vari giudizi segnalate da Scrittori, Giornalisti e Personaggi famosi mettono in evidenza le parole usate da Giuseppe Venticinque che descrivono benissimo in un nuovo modo di scrivere e non tutti sono in grado di percepire il sottile intreccio di attimi di follia verso l’amore, chi sa entrare nella mente del poeta ha già saziato la conoscenza del sapere.

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Educatrice, scrittrice e poetessa, vive a Trezzo sull'Adda, in provincia di Milano. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti in concorsi nazionali, europei ed internazionali. È presente con poesie e silloge in varie antologie. Ha ricevuto due premi stampa nel 2017 e nel 2019. Finalista nel 2015 e nel 2019 nella sezione aforismi al Premio nazionale di filosofia. Presente nell'e-book : - Soffi di Poesia, relativo agli autori che pubblicano sul blog di "Alessandria Today"; - Dinanimismo 2009/2019, 10 anni d'avanguardia poetico/ artistica, antologia poetico- letteraria AA.VV. a cura di Zairo Ferrante e Roberto Guerra - Odyssey International Anthology of World Poets 2020 Edidet by Nurul Hoque An initiative of Munir Mezyed Fountation For Arts & Culture. Ha pubblicato una silloge di poesie ed aforismi: " La curva immensa dei sogni ", 2019, edito dall'Inedito letterario; inoltre, è coautrice con Loris De Simone in "Casimiro e gli imbaculi" 2020, edito dall'Inedito letterario.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Bio-Bibliografia

La scrittrice, poetessa e sceneggiatrice, Iris Vignola, è nata a La Spezia dove vive tuttora.
L'ultima edizione di “Nel fantastico mondo delle fiabe – Into the fantastic world of the fairy tales" è arricchita di nuove illustrazioni e in versione sia italiana sia inglese.
La sua prima opera poetica “A mia madre” è inserita nell'antologia “Poesie per una mamma”.
I quattro libri di poesia sono: “Non sogno e non realtà” - “Unico Amore” (scritto a quattro mani con il poeta Horion Enky) - “Dinanzi a me, c'è solo il mondo” - "Mi voltai... e vidi quel fiore".
Una sua silloge poetica fa parte dell'antologia "Alisei - Poeti del Nuovo Millennio a confronto".
"Streghe, folletti e fate, filastrocche magiche e favole incantate" e “Filastrocche magiche e favole incantate sono altri due libri per bambini, entrambi in collaborazione con il succitato autore.
In relazione alla sua Trilogia fantasy La Stirpe di Luce - Dynasty of Light, il primo volume, “La Scelta di Asaliah - Asaliah's choice”, è stato pubblicato nelle versioni italiana e inglese.
Del secondo, “Le Origini - The Origins”, è stata pubblicata la versione inglese.
Il terzo volume, “Nephilim: Angelica e Demoniaca Genesi”, momentaneamente in versione italiana, è inedito.
In riferimento a “La scelta di Asaliah”, l’autrice ha prodotto la sceneggiatura sia in madrelingua sia in inglese.
Circa “Le Origini”, l’autrice ha prodotto la sceneggiatura, momentaneamente in versione italiana.
Molteplici sue liriche e racconti si trovano in antologie di vari poeti, anche a scopo benefico.


~~~~~~~~~~

SE D'AMOR È COSTELLATO

Dedalo di tombe, sì squallide e penose,
abbandonate, nel correre del tempo che l'ha inasprite.
Colgo espressioni vive,
da immagini ingiallite di volti antichi.
Sguardi sfocati,
che celan l'incognito movente d'esser vivi.

Immaginarie salme sconosciute, cinte in sepolcri
testé pregnati sol di cenere sbiadita.
L'essenza, invero, s'è dipartita,
dall'ultimo sospiro della vita.
Quesiti sorgon, in veste di pensieri,
pur privi di sentenze giuste, ma sol di presupposti.

Colei... Colui che fu materia, tessuta d'impeto d'amore,
lo alimentò in vita? Ne fece la sua Bibbia, il suo volere?
Tal labbra, ormai più rimembrate,
ch'han gli angoli ch'atteggiano sorrisi,
quant'amore allor hanno donato?
Di quanto, altresì parlato?

Il vento del silenzio cela storie,
che narran di vissuto e di rimpianto, per quel che non è stato,
di morte e di rancore, di gioia e di dolore,
seppur, innanzi tutto, dissolva il velo nero da quel canto,
che s'alza dalla terra in ogni dove,
circuendo ogni cuore solitario
per riversarci amore, sgombrando l'ombra nera del livore.

Bene sempiterno e imperituro male,
in lotta solitaria senza scampo.
Leggendario, il lor fluire antagonista nella gara del potere,
di cui saggi son i tumuli
che ognor san quel ch'è vero,
ciò ch'era stato scritto, dal principio.
Peccare, al pari di sbagliare scelte esistenziali.

Debole, la carne, si flagella infine,
tuttavia divien, perdono, l'essenziale,
se d'amor è costellato,
qual prospetto di ricchezza universale,
che non lascia nulla al caso, ma s'è fuso,
nel plasmare l'entità quale fulcro del concetto d'esistenza,
coniugata alla luce dell'Eterno.

Ingiunge, la coscienza, nell'attuar le scelte,
sian esse grame o giuste, al suo parere,
falsato talune volte al cuore,
che, di rimando, brama affrancarsi dall'assoggettarsi,
s'è posto in discussione,
cosicché ribellarsi, ponendosi al comando, onorando l'amore.

~~~~~~~~~~

LO CHIAMERÒ TORMENTO

Tacito amore,
nella silent'e perdurant'attesa vana,
barattato con egoistico tempo.

Implora venia,
innanzi a trasmutars'in dolore,
a cagion del peccato commesso
verso l'altrui parte di se stesso,
osservat'a distanza,
nello scrutarsi alfin
all'agonizzante specchio.

Buia, è la notte...
Spaventoso maleolente catrame,
quantunque sian astanti le stelle,
nel lor solenne palpitar perpetuo.
In perenne postura, è la luna,
raggiata dal proprio celato sol beneamato,
teso a scrutarla in lontananza.

Estasianti riverberi ancestrali...

Gaudio, tal spettacolar scenario,
ai cuor in simbiosi, all'acme di felicità,
sì pervenuti.
Indifferenza, viceversa,
nei solitari cuori,
a cu'incomparabile beltà,
in verità si manifest'attenuata.

Cionondimeno,
sorella speranza mai muore,
intra le spire del nulla.
Nel respiro del tempo,
mai è propens'a perire,
allorquando un proprio ritaglio
alimenta l'amore.

E lungamente sospiro,
fintantoché l'imperversante tenebra
totalmente non svanirà,
consentendo all'amor
di rinascer a novella luce.

Sintantoché non riuscirò a riveder nettamente
sia 'l lunar sia lo stellar incanto.

Nel frattempo, inver, di codesto sentimento,
muterò il nome...
Immancabilmente... lo chiamerò tormento.

~~~~~~~~~~

LUCE DI SPERANZA

Avanzo lentamente, solcando strade in città stinte - aridi deserti -
percependo fatalmente d'esser sola, benché attorniata d'altri,
intra solitudini diverse.
Sovra passi d'affannante gente smarrita, arranco la salita con fatica.
Scomparse, ormai, pianure e pur discese,
come per ogni essere pensante, al quale han tolto molto... Tutto...
La Luce di Speranza.

L'umanità s'è persa, fra 'l deserto del domani,
oceano di sabbia fautrice sol d'inezia.
L'odore della morte, ch'opprime cuor e nari,
seguente a cruenta sorte, sì avallata dal male,
crea disperati.
Sanguinaria, ancor grida la belva ancestrale,
ch'ha fame di carne, nonché sete di sangue.

Disperse grida disparate s'elevan al cielo, racchiudent'intrinseche preghiere
rivolte al Padre oppur al Figlio, che taluni all'inverso bestemmiano.
Nel seguir sconosciute ombre,
calpesto lor orme sovra terra brulla, su cui germoglia unicamente 'l nulla.
Riecheggian voci lontane, sgorganti da fasti passati;
echi di gaudio e di risa già udite...
Giovinezze antiche.

Tremulo,
'l fuoco del fraterno amor si consuma,
onde spegnersi a impercettibil afflato di vento oppur a un sospiro.
Respiro indifferenza, infra rovine;
la brama di potere ha reso l'uomo infame, senza confine alcuno.
In cambio di danaro, baratterebbe tutto, persin la propria madre.
Caduca volontà, creder ch'esista un avvenire!

I martiri s'arrendon, senz'opporre resistenza;
prona, la vita, a reclamar la lotta;
purtroppo, par invana la richiesta...
Resta sospesa, intra barlumi di paure.
Riarse labbra celan effimeri sorrisi;
attravers'occhi gonfi, sulle guance 'l pianto scava solchi.
La delirante folla chiede pane ed esistenza vera.

Le voci son riunite in un coral brusio sommesso,
ch'intona un inno ch'ha sapor di prospettiva;
univoca, taluna ch'or s'innalza dal deserto.
Mentre l'orizzonte s'è imbrunito,
il vento testé alzato, disperdend'or ora la sabbia d'apatia, spir'assai forte.
Poscia scoprendo ciò ch'aveva sotterrato,
v'a ravvivar la fiamma di speranza, innegabilmente mai del tutto spenta,
atta a interior ed esterior rinascita.

 

 


 

 

 

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Nata a Cosenza, laureata in Pedagogia con indirizzo filosofico- storico, ha vissuto, dal 1975 a Vicenza dove ha svolto la professione di insegnante prima e poi, vinto il Concorso, come Dirigente Scolastico fino al settembre del 2009 anno in cui è andata in pensione. Attualmente vive a Corigliano Calabro. Appassionata di Arte e Letteratura e amante della poesia, dal 2018 ha iniziato a partecipare ad alcuni Concorsi anche a livello nazionale, con discreto successo. Ha collezionato diverse targhe di merito, Menzioni d’Onore, Encomi letterari, premi artistici ed attestati vari. Si è classificata spesso nella terna dei vincitori ed al Premio Alda Merini del 2020 ( Accademia dei Bronzi di Catanzaro presieduta da Vincenzo Ursini ) si è classificata seconda con Targa in argento. Sempre con l’Accademia dei Bronzi di Vincenzo Ursini, nel 2020 e nel 2021, ha ottenuto la Targa di Alfiere dell’Arte e della Poesia, nel 2021 la Targa D’onore al Premio Internazionale di Poesia, due Targhe di merito nel 2018 e nel 2019 , più la Targa del Presidente nel 2019 ed inoltre è stata sempre selezionata per il Calendario dei Bronzi dal 2018 ad oggi.
È inserita in diverse Antologie Poetiche curate da Editori vari. Nel 2021 ha ottenuto il Premio Internazionale alla Cultura al Premio Letterario internazionale “ Pagine d’oro “ a Cento (FE )
Dal 2019 collabora col Comitato Fior di Loto e con la Presidente Sonia Demurtas curando la prefazione di diverse Antologie poetiche, di Calendari ed Agende Artistiche dove è presente anche come poeta. Ha curato la Prefazione di alcune Sillogi di poeti emergenti e non Dalla sua prima, ed al momento unica Silloge “ Il Canto delle Ginestre” è nato il Concorso omonimo a livello nazionale, giunto quest’anno alla terza edizione, Concorso che ha riscosso un notevole successo e dal 2020 il è stato aperto anche ai pittori. La sua Silloge, inoltre, ha ottenuto un terzo posto al Concorso Letterario “ Le parole arrivano a noi dal passato “ ed un Encomio d’Onore al Concorso “ La nebbia agli irti colli “ Atlantide Edizioni . È in fase di preparazione la sua seconda Silloge.
A gennaio 2021 è stata nominata Vice Presidente dell’Associazione “ Fior di Loto” dalla Presidente Sonia Demurtas!

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Serafina Iacino, in arte Fina Yacin, nata a Grimaldi (Cosenza). Dopo le scuole elementari i suoi decidono di mandarla in collegio a Palermo, dove compie studi medi e superiori. Tornata a casa per la morte del padre, si diploma all'Istituto Lucrezia della Valle di Cosenza e riparte per Palermo dove frequenta la facoltà di Architettura, studi che dovrà poi interrompere per motivi familiari. A Palermo inoltre consegue il diploma di Scuola d'Arte ceramica e metalli affini, ma non può fermarsi in quella città e allora si trasferisce a Roma, all’Istituto Sacro Cuore in Via Nomentana, dove insegna disegno agli studenti delle Scuole Medie. In seguito decide di spostarsi in Piemonte con la speranza di finire l'università, ma non risulta possibile, riprende l’insegnamento di disegno e comincia a insegnare anche nelle scuole per adulti e nelle scuole carcerarie per 12 anni. Alla fine l’amore per i bambini ha il sopravvento e superati due concorsi ottiene una cattedra di ruolo alle scuole elementari dove insegnerà per 35 anni. Ha sempre continuato a dipingere, partecipando a mostre raccogliendo numerosi successi, ma ha dovuto mettere da parte la sua capacità di pensare e scrivere in “versi”. Dopo essere rimasta vedova però ha ripreso il suo hobby ed cerca di esprimere ogni emozione in Poesia.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Salvatore Gazzara (Messina 1952), ragioniere, pensionato, ex dipendente statale, scrive per diletto poesie in lingua e in vernacolo siciliano/messinese utilizzando il lessico del filologo Prof. Salvatore Camilleri.
Vincitore di Concorsi Nazionali e Internazionali di Poesia quali: F.sco Baldoni (Senigallia), D.co Portera (Cefalù-PA), Città di Battipaglia (SA), Scrivere Sicilia (Bagheria-PA), Colapesce 2017 (ME), Maiori in Love (Maiori-SA), D.co Smorto (RC), L’Ambasciatore del Sorriso 2019 e 2021(NA), Emozioni in Versi (NA), V.zo Padula (S. Maria del Gamio (CS), Tino Barsotti (PortoVenere-SP), ottenendo notevoli riconoscimenti anche dalla stampa specializzata.
Ha pubblicato nel 2017 la silloge in lingua “L’Equilibrio dell’Essere” facente parte de “I Quaderni del Cavaliere”; nel 2020 la silloge in lingua “Poesia…Luce Perenne”; nel 2021 la silloge in vernacolo siciliano “’N-Pinzeri Ci Sta Pi Tutti”.
- Socio Ordinario dell’Accademia di Sicilia (PA);
- Socio Ordinario Resp. Comunale dell’Accademia Federico II – (TP);
- Socio componente il C.D. Accademia “Amici della Sapienza” – (ME);
- Socio Associazione Culturale Euterpe – Jesi (AN);
- Socio Ordinario “Atlantide” Centro Studi Rogliano - (CS);
- Socio Ordinario “Club della Poesia” - (CS);
- Socio Ordinario “Cenacolo Letterario Italiano” - Cefalù (PA).

Nel 2018 riceve 2 Premi alla Carriera per meriti artistici e nominato:
Accademico da Ass. Culturale “Il Convivio” CT;
Alfiere della Cultura da Accademia Internazionale Vesuviana (NA);
Accademico Gran Prix G.nna Papaccio da Acc. Univ. “G. Carducci” (NA);
Membro di Giuria in vari Concorsi Nazionali e Internazionali di lingua Siciliana;
Poeta accreditato in Wikipoesia;
Componente il Comitato Nazionale per i 150 anni dalla nascita della poetessa e scrittrice Grazia Deledda.

 

~~~~~~~~~~

AMORE IMMENSO

L’acqua del fiume scorre
veloce si avvia verso il mare,
come nella mente i ricordi
dalla memoria evaporano.
Il pianto di un corpo violato,
lamenti trasportati dal vento,
in segreto nascosti tra le foglie
quasi a volerli conservare.
Oggi sei qui bambino mio,
solo tu per me sei la vita,
dolce voce dell’animo
che mi desta da ogni torpore.
Tu mi apporti gioia e dolore,
un susseguire di sorrisi e lacrime,
mentre io chiusa nel silenzio
posso darti un amore immenso.
E quel pianto del triste momento
che fu dal vento trasportato
e nel tempo dalle foglie celato,
oggi è del tutto svanito.

~~~~~~~~~~

I PICCIRIDDI

Anciuli senz’ali li picciriddi
nun hannu prigiudiziu di peddi,
cu ducizza si fannu ’pprizzari
furzannu li catinazzi di lu cori.
Stannu dda ’ssemi ’rricugghiuti,
girbini, nironciuli o rizzuti,
l’occhi russi hannu di chiantu,
facci ’vviluti chini di scantu.
’St’anciuleddi vulissuru fari…
sonni ’mpussibili rializzari,
cu vuci trimanti ô munnu gridari:
nui semu cca vulissimu campari.
Si vulissiruru jisari, curriri, vulari,
non hannu jammi pi caminari,
ci manca la vuci pi cuntistari
sulu disidderiu di migghiurari.
’Ntê so’ armi spiranza rigna,
hannu la fidi chi li ’ccumpagna,
pi lu munnu vannu missaggeri,
li picciriddi d’amuri su’ purtaturi.

~~~~~~~~~~

I BAMBINI

Angeli privi di ali i bambini
non hanno pregiudizio di pelle,
con dolcezza si fanno apprezzare
forzando i lucchetti del cuore.
Stanno la assieme riuniti,
biondi, scuri o riccioluti,
gli occhi rossi hanno di pianto,
volti avviliti pieni di spavento.
Questi angioletti vorrebbero fare…
sogni proibitivi realizzare,
con voce tremante al mondo gridare:
noi siamo qui vorremmo vivere.
Si vorrebbero alzare, correre, volare,
non hanno gambe per camminare,
gli manca la voce per contestare,
solo desiderio di migliorare.
Nei loro animi speranza regna,
hanno la fede che li accompagna,
per il mondo vanno messaggeri,
i bambini d’amore son portatori.

~~~~~~~~~~

IL PROGRESSO

Il progresso apporta cambiamenti
nel vivere che subisce mutamenti,
ognuno impreparato al nuovo fare
le abitudini deve modificare.
Il faticoso lavoro dei campi
fatto di sacrifici e patimenti
abbandonato per altro mestiere
con una prospettiva migliore.
In casa il lavoro organizzato
nei componenti distribuito,
il pane cotto nel forno a legna
per parenti e tutta la famiglia.
Nei paesi la legna del campo
per cucinare e il riscaldamento,
le case senza acqua corrente
i panni lavati nel torrente.
Di ogni cosa si faceva buon uso
e lo scarto utilizzato nel riuso,
con l’avvento dell’elettricità
nuove tecnologie e modernità.
Tutto viene meccanizzato,
stravolta la vita del passato,
nelle case entra l’informazione
ecco la radio e la televisione.

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Nata a Pistoia, vive e lavora a Pietrasanta (Lucca). Ha molto dipinto nel campo della moda tessuti per boutique importanti, per negozi di antiquariato e privati in tutta Italia. Ha poi lasciato per dedicarsi alla pittura, alla grafica, al ricamo e alla Poesia. Ha partecipato a numerose mostre collettive ed esposizioni, vincendo primi premi ed ottenendo riconoscimenti.
Sia per la pittura, sia per la poesia si sono occupati delle sue opere riviste di tiratura nazionale cartacee e online, inoltre sono state pubblicate su diversi libri di poesia; ha ricevuto il premio Carducci - Sezione speciale amatoriale - ed è stata premiata dalla giuria al concorso Le Occasioni "Eugenio Montale".
È uscito da poco un suo libro "Alle radici dei sogni", Europa Edizioni, con sue poesie e suoi quadri. Per la grafica ha vinto il primo premio nel concorso MDS Edizioni con l’opera "Tra luce e mare". Suoi quadri sono stati pubblicati sulla copertina di diversi libri.

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Anna Turotti è nata a Biella, è sposata e madre di tre figlie. Si è laureata in Lettere all’Università degli Studi di Torino ed insegna presso il Liceo Scientifico di Biella. Nutre un grande amore per la natura e per l’arte e si diletta a scrivere versi e racconti, dove esprime emozioni e sentimenti in uno stile semplice ed evocativo. Ha pubblicato le sue poesie in alcune Antologie Letterarie e la silloge poetica dal titolo “Ali nel blu”. Ha conseguito vari riconoscimenti in diversi concorsi letterari. Partecipa come giurata a Concorsi Nazionali e Internazionali, scrive articoli sul quotidiano nazionale di attualità “La voce agli italiani”.

Leggi tutto...

Altri articoli...