05
Mer, Ott
2 New Articles

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Maria Pozzolini nasce a Sassari e in questa città ha sempre vissuto e lavorato. Conseguito il diploma di ragioneria, lavora come impiegata ed in seguito come segretaria in una scuola privata. Nonostante gli impegni professionali, ha operato per 30 anni con grandissimo impegno ed abnegazione nel volontariato sociale. Nel 2007, dopo un periodo difficile da una malattia oncologica, si è immersa nel mondo della poesia. È il 2011 l’anno che le ha aperto le porte alla vita poetica. Partecipa al primo concorso nazionale “Pensieri in versi” e vince il primo premio con la poesia "NOTTE MAGICA". Sempre nel 2011, con il cortometraggio “LA FORZA DELLA VITA” (regia di Giacomo Crobe) vince il secondo premio promosso dal reparto oncologico di Sassari. In seguito ottiene il secondo premio nella citta natale con la poesia “CERCAMI”. Nel corso della sua vita poetica riceve altri premi importanti, come diplomi di merito, attestati, segnalazioni. Nel 2017 partecipa con grande successo a vari concorsi letterari: Prima edizione concorso letterario “Apri il cuore alla poesia” dove consegue il Diploma di Merito grazie alla poesia “IL LINGUAGGIO DEL CUORE”, pubblicata in un ‘Antologia di autori vari; riceve, altresì, la menzione di merito al II Concorso Nazionale di Poesia “Perdersi nell’amore “Pennellate al tramonto”. Alla seconda rassegna Nazionale” Apri il cuore alla poesia” consegue un Encomio della Giuria nella sezione vernacolo con la poesia “Li pàssoni semprizzi”.
La Pozzolini, con la pubblicazione del suo quarto libro “Lu cantu di lu mari”, Il canto del mare, continua a coronare il suo sogno di poetessa in bilingue, con l’intento di riuscire a lasciare i segni tangibili della sua arte nella sua città natale.

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

«La Poetessa che dipinge il fluire incessante della sua anima tra malinconia, solitudine, amore e passione» (Prof.ssa E. Mancinelli )

 

Sandra De Felice è nata a Scafa (PE). Vive con la sua famiglia a Pescara. La sua opera prima, il libro di poesie d’amore “Frammenti di Luna", è del 1998. La sua seconda opera, il libro di poesie “Trasparenze" del 2011. Nel 2016 nasce la terza raccolta di poesie dal titolo “Dipinti Poetici". Il 23 marzo 2019 in occasione della Giornata Mondiale del libro pubblica il Collage Poetico “La Solitudine del Mare D’Inverno" che raccoglie fotografie e poesie dell’autrice. Sempre nel 2019, ad ottobre, viene pubblicata la sua quinta raccolta di poesie dal titolo “Evanescenze".

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

La Fauci Rosaria, Messinese. Sposata con tre figli. Diplomata. È appassionata sia di poesia, scrive in lingua italiana con ottimi risultati , sia di pittura con buona ed apprezzata produzione. Diversi e di prestigio i podi e i premi ottenuti oltre a pubblicazioni avute su riviste specializzate e antologie .Ha pubblicato un libro di poesie dal titolo : “ Amore e solitudine”, trascrive e racconta immagini con semplicità , colori, sentimenti e di sensazioni del suo essere e del vissuto in versi.

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Nato a Resuttano (CL) il 14-06-1945, risiede a Trappeto (PA). Ragioniere, già Funzionario dell’Agenzia dell’Entrate, scrive poesie, in lingua e in vernacolo, dal 2014; ha partecipato a numerosi reading e a diversi concorsi nazionali ed internazionali, vincendone DIECI (7 in vernacolo e 3 in lingua italiana) e ottenendo altri 25 podi, oltre a numerosi altri riconoscimenti.

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Antonietta Malito è una giornalista e scrittrice. Nata a Cosenza il 24 novembre 1972, vive a Grimaldi (Cs). È laureata in Scienze economiche e sociali e ha conseguito un Master in Pubblica Amministrazione. Ha collaborato e collabora con diverse testate giornalistiche. Oggi scrive per Italiani.it, la rete degli italiani nel mondo, per la rivista internazionale MedAtlantic, per il quotidiano Caabria.Live. La sua prima raccolta poetica si intitola "Trasparente, pensieri e poesie" (Atlantide edizioni, Rogliano, 2019). Ha diretto la rivista culturale “Tracce di un tempo”. Ha una grande passione per la natura e la fotografia naturalisti
 


***********

AMORE

Amore che prendi,
amore che dai,
amore che uccidi,
amore che salvi.
Sei forza e disperazione,
riso e pianto,
passione e follia.
Sei coraggio, libertà, sogno.
Sei dolore e felicità,
cuore e istinto.
Sei pensiero
che riempie gli occhi
e la mente.
Sei miracolo.
Sei pura vita.
Sei amore.


***********

ANGELI NELLA NEBBIA

Angeli nella nebbia
con ali di carta,
danzano piano
tenendosi per mano.
Prigionieri di un sogno,
sospesi nel tempo,
contano i passi
del loro incedere
lento ed eterno.
Nessuna luce
che rischiari il giorno,
per due cuori
che battono all'unisono.
Solo sguardi
intensi e immortali,
che toccano l'anima
e urlano al silenzio.
Un disperato silenzio
che mai nessuno ascolterà,
intriso di lacrime e sangue.

***********

ANIMA DI CRISTALLO

Anima di cristallo,
in bilico su un baratro,
non guardi le stelle.
Fissi inerme il vuoto
mentre il buio ti avvolge
e il freddo pervade
il tuo essere.
Un macigno ti preme sul cuore,
quasi a soffocarti.
La mente è annebbiata
da mille fotogrammi.
Niente sembra avere un senso.
Un'ultima lacrima,
un ultimo pensiero.
Poi il volo.
Un tonfo sordo.
Il silenzio.
Anima di cristallo,
con la fragilità dei tuoi
pochi anni,
possa la luce avvolgerti
e donarti calore.
Possa il cielo accoglierti
fra gli angeli e regalarti ali
per volare alto,
nell'amore di Dio.
Quell'amore misericordioso
che annulla il male
e lenisce ogni dolore.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Ketty La Rosa, nata a Catania il 03 -08 -1973. Vive a Verona.
Docente di scuola primaria, pittrice, poetessa, illustratrice.
Artista autodidatta, nella sua pittura predominano i colori intensi e caldi e la luce e le sue opere sono spesso accompagnate dai suoi versi. Fa parte di diversi gruppi artistici su Facebook e le sue poesie sono state premiate più volte con video poesie sul canale YouTube.
Il suo genere artistico è connubio di arte figurativa e letteraria.
La sua passione per la poesia risale ai tempi delle scuole superiori. Solo nel 2018 ho scritto 90 poesie, ed una parte di queste sono pubblicate nel suo primo libro" La Grande Onda" edizione illustrata 2020 edito da Ctl Editore Livorno e ha ottenuto svariati riconoscimenti artistici e letterari. Nel libro sono presenti le sue opere e le opere di amici artisti a cui ha dedicato i suoi ver
Esprime nelle tele con il suo genere surreale e simbolico un messaggio di tipo emotivo, la sua arte è intrisa di toni nostalgici ed evocativi di un pensiero o sentimento espressi sia nell'ambito figurativo che letterario, comunicando a volte anche denuncia sociale, trattando temi come la violenza sulle donne e lo sfruttamento minorile. Ama spaziare e sperimentare nuove tecniche, utilizzando anche materiali diversi e tecnica mista, prediligendo l’uso delle matite colorate nel disegno, degli acrilici e degli acquerelli nella pittura.
Illustra libri di fiabe e racconti per bambini tra i quali ” Andrea L’astronauta” edito da Ctl e sono di imminente pubblicazione nuove fiabe illustrate ed edite anche da altre case editrici-
Pagina Facebbook: Ketty La Rosa Art
Web: Gigarte.com/kettylarosa e su Pitturiamo.com

 

Premi e pubblicazioni:

- Nel 2020 presente nell' Atlante dell'Arte Contemporanea edito da De Agostini
- Ha partecipato al PREMIO CITTA DI BATTIPAGLIA 2018 6^ EDIZIONE -Concorso Internazionale di Poesia e Narrativa per cui le è stato conferito il Diploma di Finalista Poeta.
- Ha partecipato al Premio Mario Luzi 2019 con un estratto della sua poesia è presente nell'agenda dello scrittore del 2020.

- Premiata al Premio Poesie d'Amore di A.L.I. Per la quale ha vinto la Menzione d'Onore in pergamena e la pubblicazione della sua poesia nel volume Antologia del Premio.
- Premiata al premio di Poesia di Montegrotto Terme per la quale ha ricevuto diploma di onore e inserimento nell'antologia con la sua poetica “ Donna”,.
- Premiata con diploma d'onore e pubblicazione nell'Antologia per la poetica “Torino” al Premio Letterario Arte Città Amica di Torino.
- Premiata con diploma d'onore e menzione di encomio e pubblicazione nell'Antologia al Premio internazionale Michelangelo Buonarroti per la sua poetica Invisibile.

- Premiata al premio Internazionale Emozioni Poetiche 2020 finalista per la poesia “Il Campo” con artistico diploma personalizzato grande medaglia aurea e inserita nell'Antologia del Premio.
- Premiata al premio Internazionale AUPI 2020 finalista per la poesia “Il Vento” con artistico diploma personalizzato grande medaglia aurea e inserita nell'Antologia del Premio.

- Premiata nel 2020 con diploma d'onore per il Concorso Poesie d'amore di A.L.I. per la poetica ”Mentre fuori piove“ e pubblicazione nell'Antologia del premio.

- Premiata al Premio Internazionale Agenda dei Poeti 2020 al sesto posto con targa” Agenda dei Poeti“ e con Diploma d'onore e Medaglia Aurea per la poesia “Bucaneve “
- Premiata al premio A.U.P.I. Poeta dell' Anno con medaglia Aurea per la poesia “Invisibile”

- Premiata con targa al Premio Mare Nostrum 2021 per la Poesia “Fiore del Mediterraneo”
Premio Artistico letterario Magna Graecia Anno 2021 Arte e Poesia per il Libro La Grande Onda Premio Speciale Magna Graecia e Premio Serigrafisud per sezione pittura.
- Premiata al Premio Internazionale Agenda dei Poeti 2021 con la poesia “La Resa dei conti “con Artistico diploma personalizzato con Medaglia Argentea e pubblicazione nell’Antologia Agenda dei Poeti 2021.
- Nella rosa dei finalisti Premio Dante Alighieri e la Divina Commedia 2021 e presente nell’omonima opera letteraria antologica a cura del dott, Giorgio Gregorio Grasso con l’opera” Paradiso “.
- Nel 2020 ha pubblicato il suo primo libro , raccolta di poesie e pittura “La Grande Onda” edito da Ctl Editore Livorno ,   premiata con Segnalazione letteraria di merito al Premio Internazionale Samnium 2021.
- Nel 2021 è coautore del libro “Andrea L'Astronauta “ sue le illustrazioni ed edito da Ctl editore Livorno, premiato al secondo concorso artistico letterario internazionale “Athena Ars” 2021  con premio Stampa Atlantide per la sezione fiabe inedite.
- Presente nel libro” Un anno da fiaba” di Pierina Gallina edito da Abaco Viaggi edizioni, con una l’illustrazione “Il Piccolo Fornaio”

Articoli giornalistici:

Sul giornale” Verona Sette” ottobre 2021 intervista del giornalista Gianfranco Iovino per la rubrica Cultura: Arte e Poesia : Ketty La Rosa racconta la sua arte e ci narra del suo libro “La Grande Onda “. Intervista premiata al Premio Mare Nostrum per la sezione articoli giornalistici con segnalazione di merito e medaglia.

Sul giornale “Taranto Buonasera”, per la rubrica poetica realizzata dal giornalista Gian Carlo Lisi con recensione critica della poesia “Notte Stellata sul Rodano”.

 

Mostre:

Ha partecipato alla mostra collettiva Dialogo fra fotografia pittura scultura del club Meridiana di Casinalbo a Modena con il suo dipinto “La Sorte”.
Ha partecipato alla mostra collettiva di Natale a Città di Soave (VR)
Ha partecipato al progetto Nega Project con una sua opera.

 

~~~~~~~~~~

INVISIBILE

E mi ritrovo affranto
nella sorda coltre bianca
un vagar senza meta,
dove anima inquieta
si dimena e stanca arranca
a bramar flebile luce.
Oh nebbia, gelida mano
che bendi gli occhi,
fiato della cupe notte
sbadiglio del mattino
alito della morte a me vicino,
in questo torpore
conto le ore
nel mio lurido giaciglio
di una panchina al gelo,
non temo periglio
di scomparire
io Invisibile già a cielo terso,
vestito di lembi di indifferenza
e come coperta tu nebbia
in questo mio trascinare il fiato
un solo peccato,
un desiderio
prima del tuo freddo abbraccio,
che non sia vano il mio passaggio,
prima del sonno eterno
udire la Sua voce
che della effimera vita sia memento.

~~~~~~~~~~

LA FARFALLA

Farfalla ti trastulli con il vento,
crisalide solo il tuo ricordo,
volteggi e non vuoi dar torto,
a chi mira un mero cielo torvo.

Ritorni a sentir la primavera,
di Zefiro solo la carezza,
il fiore ti sfiora la livrea,
donandoti corolla e la purezza.

Folgore di colori,
malandrina di fiori,
del tuo batter d'ali,
della tua ardita vita,
ignara della dipartita,
figlia di libertà e sogno,
del vespero, l'ultima preghiera
albore, foriera del giorno,
tu sei l'impavida chimera!

~~~~~~~~~~

NOTTE STELLATA SUL RODANO
(omaggio poetico all’artista Vincent Van Gogh)

E ti porterò a veder le stelle,
lì dove l’onda spinge l’ora
e le galassie son sorelle.
Ti porterò le luci della notte
come sassi dorati lasciati sulle sponde.
Ti porterò su un letto
di foglie arse,
di comete sparse
a ricamare il tempo dell’amore con intarsi,
e ti porterò a toccar e stelle,
le più belle,
che possano balenare nei tuoi occhi,
eterne. 

LIBRO

PITTURA: "La Grande Onda"

 

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Michele Pochiero è nato ad Anoia (RC) il 31/03/1958, figlio di lavoratori agricoli, medico, sposato, padre di due figli. Compone poesie sia in lingua italiana che in vernacolo calabrese. Per lunghi anni ha messo da parte la propria vena poetica per dedicarsi totalmente ed appassionatamente alla propria professione. Dal Dicembre 2018, pensionato anticipatamente per motivi di salute, ha ripreso con rinnovato vigore la sua primitiva passione per l’ars poetica ed ha iniziato concretamente a mettersi in gioco partecipando a diversi Concorsi e Premi Letterari.

Nel mese di Luglio 2021 pubblica la sua prima raccolta di poesie dal titolo: “Io non scrivo poesie, racconto parole”, Il Faro Edizioni Roma.

Suoi componimenti poetici, allo stato attuale, compaiono nelle seguenti Antologie:

1)Antologia Premio Internazionale di Poesia “Il Sublime” 3 Edizione Edita Maggio 2020

2)Antologia Il Tiburtino 2020-Aletti Editore Collana Orizzonti Luglio 2020

3)Antologia Premio Il Club dei Poeti 2020-Montedit Edizioni Collana Le Schegge d’oro Dicembre 2020

4)Antologia Poetica Scrivendo 2020-Kubera Edizioni 2020

5)Collana di Poesia Contemporanea Logos Volume 6-Dantebus Edizioni 2020

6)Collana Poetica Luci Sparse- Pagine Edizioni 2020

7)Antologia Dedicato a…Poesie per ricordare vol.17 Virgo-Aletti Editore Novembre 2020

8)Antologia del XXXV Premio Mondiale di Poesia Nosside 2020- Collana Poesia nel mondo Media&Books Dicembre 2020

9)Antologia III Concorso Letterario Vincenzo Padula-Stampato nel mese di marzo 2021

10)Antologia Sinfonia Dialettale XII Concorso Nazionale di poesia e narrativa-Edizioni Il Faro Roma marzo 2021

11)Antologia “Lampi di Poesia Vi Edizione 2021Edizione Monginevro Cultura 2021

12)Antologia 4° Premio Internazionale di Letteratura Inedita “Le Occasioni” di Futuro- I Premi Speciali 2021edita dall’Associazione Mondo Fluttuante

13)Antologia Il Federiciano “BLU” Edizione 2021- Aletti Editore Giugno 2021.

14)Antologia “Le Figure del Pensiero 2021” dell’omonimo Premio Nazionale di Filosofia indetto dall’Associazione Professionisti Pratiche Filosofiche.

15) 5° Volume Enciclopedia dei Poeti Contemporanei a tema Covid 19-Premio del WEB 2021 indetto dal Cenacolo Letterario Italiano di Cefalù-Billeci Editore

16) Antologia Poetica Scrivendo 2021-Kubera Edizioni 2021

17)Antologia “Buongiorno Dante” 1° Edizione del Premio Dante Alighieri-Accademia dei Bronzi di Catanzaro-Ursini Editore

18)Enciclopedia dei Poeti Italiani Contemporanei-Aletti Editore Luglio 2021

19)Antologia “Poeti e Scrittori Contemporanei Allo Specchio 2021” -46°Edizione Premio Letterario Casentino Poppi (AR)-Helicon Edizioni Luglio 2021.

20)Antologia Premio Vitruvio 2021-XVI Edizione –Azione Culturale Lecce Giugno 2021

21)Antologia Premio Internazionale di Poesia Tropea Onde Mediterranee XVIII Edizione-Luglio 2021

22)Antologia Concorso Letterario Nazionale I Luoghi dell’Anima Prima edizione-Luglio 2021

23)Antologia Concorso Letterario “Scrivere che Passione” UNITRE  Sezione di Tropea Settembre 2021 “Tradizioni, fatti e personaggi della Calabria, sia di ieri che di oggi”.

24)Enciclopedia dei Poeti Contemporanei volume 6° “Per non dimenticare Attilio Manca” Cenacolo Letterario Italiano Cefalù-Billeci Editore Settembre 2021.

25)Antologia Premio di Poesia Vito Ceccani 10° Edizione-Anno 2021-Settembre.

26)Antologia IX Edizione Premio Internazionale di Poesia Memorial Guerino Cittadino-Ottobre 2021 Rende.

27)Antologia II Edizione Premio Letterario “Parole in Luce”, Il Faro Edizioni Roma, Ottobre 2021.

28) Enciclopedia dei Poeti Contemporanei volume 8° “II Concorso Internazionale di Poesia Città di Camporeale 2021” Cenacolo Letterario Italiano Cefalù-Billeci Editore Ottobre 2021.

29)Antologia XVII Edizione “Il Sentiero dell’Anima” Edizioni Del Rosone-Foggia Ottobre 2021.

Ha ricevuto, inoltre, fino ad oggi diversi riconoscimenti per la sua attività letteraria, in diversi Concorsi e Premi Letterari, tra i quali:

-Menzione speciale alla 3° Edizione del Premio Il Sublime 2020 Sezione A Lerici

-Poeta Finalista Concorso Il Tiburtino edizione 2020 Aletti Editore

-Poeta Finalista al XV Concorso Internazionale di Poesia Dedicato a…..Giornata Mondiale della Poesia Aletti Editore

-Premio Van Gogh 2020 La Chimera arte Lecce Maggio 2020

-Segnalazione Particolare della Giuria al 45° Premio Letterario Casentino Sezione Poesia Inedita Luglio 2020

-Attestato di Partecipazione II Edizione Concorso Nazionale di Poesia Dantebus 2020

-Segnalazione di Merito Sezione Poesia Inedita Premio Rhegium Julii Agosto 2020

-Attestato di Poeta Federiciano partecipazione al XII Premio Internazionale Il Federiciano dell’Aletti Editore

-Menzione d’Onore  con la lirica “Roba vecchia” alla IV Edizione Premio Letterario Residenze Gregoriane 2020 Associazione Culturale Metamorphosis Tivoli (Roma).

-Secondo Classificato Sezione Haiku; Premio Serigrafisud Sezione a tema Carezze d’Autunno; Diploma di Merito Sezione a Tema Il Tempo che scorre veloce; Menzione Sezione Vernacolo;  Diploma di Merito Sezione Aforismi; Diploma Sezione Poesia inedita al Terzo Premio Letterario Internazionale Magna Graecia Arte e Poesia Novembre 2020-Atlantide Centro Studi per le arti e la letteratura Cosenza-Genova.

-Quinto Classificato Sezione Aforismi; Premio della Giuria Sezione Racconti Brevi; Premio Serigrafisud Sezione Haiku; Dilpoma di Merito Sezione Poesia Inedita; Diploma di Merito Sezione Vernacolo al Quarto Concorso Artistico “Il sabato del Villagio” Dicembre 2020-Atlantide Centro Studi per le arti e la letteratura Cosenza-Genova.

-Menzione al XXXV Premio Mondiale di Poesia Nosside 2020 Reggio Calabria Dicembre 2020.

-Premio d’onore Città di New York 2020 La Chimera 2020 Lecce

-Menzione Speciale Sezione Poesia XII Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa “Sinfonia Dialettale” Associazione Culturale Edizioni Il Faro Roma Febbraio 2021.

-1° Classificato Sezione Narrativa XII Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa “Sinfonia Dialettale” Associazione Culturale Edizioni Il Faro Roma Febbraio 2021.

-Speciale Riconoscimento per la partecipazione alla III Edizione Concorso Letterario Vincenzo Padula Saracena (CS) Marzo 2021

-Riconoscimento di Merito Premio Intercontinentale Le Nove Muse Maggio 2021-06-25

-Attestato di Finalista nelle Sezioni Haiku, Epitaffi e Riflessione Filosofica al Premio Nazionale di Filosofia 2021 Le Figure del Pensiero Maggio 2021.

-Segnalazione Sezione B Poesia Inedita in Vernacolo 12° Concorso Letterario Città di Grottammare Giugno 2021

-Menzione Speciale al Premio Internazionale di Poesia Inedita Besio 1860 2° Edizione 2021

-Premio Speciale Città di Ruggero Sezione Vernacolo Sezione A al 6° Concorso Letterario Internazionale di Poesia e Narrativa Città di Cefalù Edizione 2020- Aprile 2021

-Premio della Giuria nella Sezione Vernacolo; Premio Atlantide nella sezione Aforismi; Premio Keramos nella Sezione a tema La Primavera; Menzione nella Sezione Fotografia; Segnalazione di Merito nella Sezione Corto-Poesia; Menzione nella Sezione Lingua Italiana; Diploma nella Sezione Haiku e Diploma di Merito nella Sezione Poesia Religiosa al “Quarto Concorso Artistico Letterario Nazionale “Persephone fiori di Poesia” organizzato da Atlantide Centro Studi per le arti e la letteratura Cosenza Genova Aprile 2021.

-Diploma di Merito Premio Leonardo Da Vinci La Chimera Lecce Maggio 2021

-5° Classificato Sezione Vernacolo; Premio Atlantide Sezione Religiosa; Segnalazione d’onore Sezione a Tema “La Mamma” al Primo Concorso Artistico Letterario Nazionale “Il fiore più bello sei tu Mamma” organizzato da Atlantide Centro Studi per le arti e la letteratura-Genova Cosenza 09 Maggio 2021.

-Diploma di Finalista al Premio del Web 2021 Tema Covid 19 organizzato dal Cenacolo Letterario Italiano di Cefalù. 15 maggio 2021

-Menzione Speciale Premio Internazionale di Poesia Inedita Anno 4 “Le Occasioni” Alassio. Estate 2021

-Segnalazione di Merito e Dignità di stampa Sezione Poesie brevi (Haiku e simili) in lingua italiana; Segnalazione di Merito e Menzione di Merito Sezione Poesie Brevi (Haiku e simili) in vernacolo calabrese, al Premio Letterario Nazionale di Poesia e Racconti Brevi in Lingua Italiana e Piemontese o altra lingua regionale “Lampi di Poesia-Slussi ‘Di Poesia”-Torino Giugno 2021.

-2° Premio nella Sezione Poesia al Concorso “I Luoghi dell’Anima 2021” indetto dall’Associazione Culturale Sfumature in Equilibrio di Meta (Napoli).

-2° Premio  con la poesia “Terra matri” nella sezione Poesia in Vernacolo al Premio Internazionale Città di Castrovillari IX Edizione 2021- Castrovillari Giugno 2021.

-3° Premio Poesia inedita al Premio Internazionale Città di Castrovillari IX Edizione 2021- Castrovillari Giugno 2021.

-3° Premio Racconto Inedito al Premio Internazionale Città di Castrovillari IX Edizione 2021- Castrovillari Giugno 2021.

-Targa di Merito Accademia dei Bronzi e Attestato alla 1° Edizione del Premio Internazionale Dante Alighieri organizzato dalla Nuova Accademia dei Bronzi di Catanzaro-Giugno 2021.

-Segnalazione Particolare della Giuria al 46° Premio Letterario Casentino Sezione Poesia Inedita Luglio 2021

-Menzione di Merito con la poesia “A l’umbrijari” all’XI° Concorso Internazionale di Poesia “S.Antonio Abate” Barcellona Pozzo di Gotto-Luglio 2021

-Premio della Critica nella Sezione B per la Poesia “Eccoti primavera” alla IV Edizione del Concorso “Poesia, Segreto dell’anima” dell’Associazione RinnovaMenti-Luglio 2021 Rogliano (CS).

- Quarto Classificato Sezione Haiku; Premio Presidenza della Giuria Sezione Poesia Inedita; Premio Artistico Athena Ars Sezione Fotografia; Segnalazione di Merito Sezione Vernacolo; Menzione Sezione Racconto Breve al 2° Concorso Artistico Letterario Internazionale “Athena Ars” organizzato da Atlantide Centro Studi per le arti e la letteratura Genova  Luglio 2021.

-Menzione Speciale Sezione Vernacolo con la poesia “A l’umbrijari” al Premio Internazionale ACUME Città di Molochio Poesia, Musica e Pittura, 1Edizione , Luglio 2021.

-Menzione d’onore Sezione Poesia per il componimento “Enigmi” Premio Letterario Mondiale “Golden Aster Book 2020”-Settembre 2021

-Segnalazione di merito Sezione B Poesia per il componimento “A l’umbrijari” all’8° Concorso Caterina Martinelli Settembre 2021 Roma

-Segnalazione di merito Sezione Silloge inedita con l’opera “Alla ricerca delle parole perdute” al “Premio Poesia, Prosa e Arti figurative Il Convivio 2021”  Verzella (Catania) Settembre 2021

-Segnalazione di Merito Concorso Poesia Haiku “La luna ed il vigneto” Settembre 2021.

-Finalista Sezione Silloge Poetica inedita Prima Edizione Premio Letterario Carta e Penna Solo Poesia Settembre 2021

-Menzione d’onore Sezione B Poesia inedita in vernacolo per il componimento “A l’umbrijari” alla IX Edizione del Premio Internazionale di Poesia Memorial Guerino Cittadino  Ottobre 2021Rende (CS).

-Primo Classificato Sezione Poesia con il componimento “Terra matri” al Premio Letterario “Agitazioni Letterarie Castelluccesi”. Settembre 2021 Castelluccio Superiore.

-Attestato di Merito Premio “Scrivere che Passione” per il racconto “Il Racconto della Rupe-Omaggio a Leonida Repaci” -UNITRE  Sezione di Tropea Settembre 2021.

-Diploma d’onore nella Sezione Poesia con la poesia “Il ricordo in un diario” al II Concorso Internazionale “Parole in Luce” 2021-Roma.

-Terzo Classificato nella Sezione Aforismi al II Concorso Internazionale “Parole in Luce” 2021-Roma.

-Quarto classificato Sezione Poesia con il componimento “Le bacche dell’agrifoglio”; Encomio di merito con la poesia “Il bambino dalla faccia sporca”; Menzione con la poesia “Come un ricordo”, al 1° Concorso Letterario Nazionale “Autori Italiani 2021” Ottobre 2021Genova.

-Menzione Speciale Sez.D Raccolta poesie inedita con l’opera “Parole e poesia” e Menzione Speciale Sez. G Poesia Dialettale con l’opera “Terra matri” alla 4° Edizione del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa Raffaele Carrieri-Taranto Ottobre 2021.

-Segnalazione Sez. B con la poesia “Il dogma poetico” alla XVII Edizione Concorso di Poesia “Il Sentiero dell’Anima” Foggia 2021

-Premio Speciale Cenacolo Letterario Sezione B Poesia in vernacolo con l’opera “Lu barcuni ì Rosineda” al 2° Concorso Internazionale di Poesia “Città di Camporeale 2021. Camporeale Ottobre 2021.

-Primo Classificato con l’opera “Na notti ì Giugnu” nella categoria poesia inedita in lingue locali d’Italia, dell’VIII Edizione del Premio Internazionale di Letteratura Giovanni Bertacchi. Sondrio Ottobre 2021

-Premio della Giuria nella Sezione C Racconto 55 con l’opera “Dementia” e Menzione d’onore nella Sezione A Poesia con il componimento “Le bacche dell’agrifoglio” al V Concorso Letterario Nazionale “Le parole arrivano a noi dal passato”- Rogliano (CS) Novembre 2021.

-Targa di Merito e Attestato alla 1° Edizione del Premio Internazionale “Lady/Lord of  Poetry”  con il componimento “E’ già domani”- Nuova Accademia dei Bronzi-Catanzaro Novembre 2021.

-Attestato di merito Calendario di Arte e Poesia 2022 con la poesia “A Luglio”- Nuova Accademia dei Bronzi-Catanzaro Novembre 2021.

-Premio Atlantide Sezione Libro di Poesia; Premio Keramos Sezione Poesia Inedita; Premio Atlantide Sezione Haiku; Premio Serigrafisud Sezione Vernacolo;  Menzione Speciale Sezione a tema “Carezze d’Autunno”; Menzione Speciale Sezione a Tema “Il Tempo che scorre veloce”; Menzione Speciale Sezione a tema “Luoghi, sapori, colori, tradizioni”; Diploma di Merito Sezione Poesia Edita;  Menzione di merito Sezione Fotografia;  Menzione Sezione Filastrocche; al Quarto Premio Letterario Internazionale Magna Graecia Arte e Poesia Novembre 2021-Atlantide Centro Studi per le arti e la letteratura Cosenza-Genova.

-Primo Classificato nella Sezione Dialettale con la poesia “A Tarantella ‘i l’annamurati” e Menzione d’onore nella Sezione in lingua con la poesia “Ricordo era Settembre”  alla premiazione on-line della Rassegna Culturale “Poesia e Rima” organizzata dall’Associazione Culturale Il Volo dell’Angelo-Dicembre 2021.

-Secondo Classificato Sezione Poesia dialettale con l’opera “A mama”; Menzione d’onore Sez. Silloge inedita con l’opera “Voci oltre il silenzio”; Segnalazione di Merito Sez. Opere Fotografiche con la foto dal titolo “Radici”; Menzione d’onore nella Sez. Haiku; Premio Speciale “Tony Marotta” e Premio Speciale “Matsuo Bashò” alla IV Edizione Concorso artistico Letterario Internazionale Ars Mea. RDP Eventi-Messina Dicembre 2021.

-Quinto Classificato Sezione a tema con la lirica “Ricordo era Settembre”; Menzione con la poesia “Incanto”;  Diploma di merito Sezione lingua con la lirica “Profumo di foglie marce”; Menzione di Merito con la poesia “Pajisi meu” Sezione Vernacolo; Diploma Sezione Poesia Religiosa con la poesia “Il Giudizio Universale”; Menzione d’onore nella Sezione Haiku; Menzione di merito Sezione Racconti Brevi con l’opera “Dementia”; Premio Atlantide Sezione Libro di Poesia; Premio Serigrafisud Sezione Fotografia al Quinto Concorso Artistico Letterario Nazionale “Il sabato del villaggio” Dicembre 2021-Atlantide Centro Studi per le arti e la letteratura Cosenza-Genova.

-Finalista ex aequo con la lirica “Forse questa è poesia” Sezione Poesia Inedita  V Edizione Premio Letterario Residenze Gregoriane 2021 Associazione Culturale Metamorphosis Tivoli (Roma).

 

~~~~~~~~~~

A MAMA

E fammilli du’ carizzi
cu ssi mani chi ti tremulijanu
cu ssi 𝝌jdita ‘nduruti e arripicchjati.
O’ Ma’ accarizzami chjanu chjanu
e parinchjmi d’abbasati.
Quandu penzu attìa
l’occhj mi gralimijanu
e tuttu smaniusu
mi sentu a ‘nu momentu.
E vorrìa ‘mu tornu arretu
ann’atru tempu
e comu ‘nu ‘nocenti tuttu cuntentu
vorrìa m’appoju li ganghj
supa lu pettu toi senza abbentu
mentri mi spalanchi li porti
du cori toi senza stentu.
E fammilli o’ Ma’ du’ carizzi
ca pacenzia cchiù no nd’aiu p’aspettari,
mi sentu comu ‘nu carciaratu
chi chìusu ‘ntra quattru mura voli gridari.
E cu li boni manèri di chistu parlari
‘sta canzuni d’amuri pè tìa vogghju dassari
sonata cu’ li strumenta di ‘stu cori
chi attìa no’ poti ‘mbrogghjari.
E fammilli o’Ma’ du’ carizzi
ca mi li stipu pe’ quandu no’ ti viju
pe’ quandu mi sentu sbacantatu
pe’ quandu mi sentu arraghatu
pe’ quandu mi sentu schjantatu
comu ‘nu cani a vestunati pigghjatu.
E fammilli o’Ma’ ‘sti du’carizzi
chi puru a chista età
sempi boni accetti sugnu,
accarizzami comu facivi ‘na vota
finu a chi lu tempu ndi dassa
e li jorna annaca unu doppu l’atru.
E fammilli o’ Ma’ ‘sti du’ carizzi
ca mi li stipu comu ‘nu trisoru
pe’ quando cchjù no’ n’ci si’
e senza ‘ì tìa vorrìa ‘mu moru.


A MIA MAMMA

E fammele due carezze
con quelle mani che ti tremolano
con quelle dita indurite e rattrappite.
Oh Mamma accarezzami piano piano
e riempimi di baci.
Quando penso a te
gli occhi mi lacrimano
e tutto smanioso
mi sento in un momento.
E vorrei ritornare indietro
ad un altro tempo
e come un lattante tutto contento
vorrei appoggiare le guance
sul tuo petto senza riposo
mentre mi apri le porte
del tuo cuore senza indugio.
E fammele oh Mamma due carezze
perché non ho più pazienza d’aspettare,
mi sento come un carcerato
che chiuso tra quattro mura vuole gridare.
E con le buone maniere di questo parlare
questa canzone d’amore per te voglio lasciare
suonata con gli strumenti di questo cuore
che non ti può imbrogliare.
E fammele oh Mamma due carezze
che me le conservo per quando non ti vedo
per quando mi sento svuotato
per quando mi sento stanco
per quando mi sento spaventato
come un cane preso a bastonate.
E fammele oh Mamma queste due carezze
che anche a quest’età
sempre sono bene accette,
accarezzami come facevi una volta
finché il tempo ci lascia
ed i giorni dondola uno dopo l’altro.
E fammele oh Mamma queste due carezze
che me le conservo come un tesoro
per quando più non ci sei
e senza di te vorrei morire.


~~~~~~~~~~

Poesia Prima Classificata nella Sezione Lingue locali d’Italia

‘NA NOTTI ‘I GIUGNU

L’urtimu toccu da menzanotti
si perdia ‘ntra l’aria cumpundusu.
‘A notti a manu a manu li stidi
‘ntra lu celu ‘ncignava a’stutari
e si straviava doppu pe’ tuttu lu pajsi.
Gatti ‘n’caluri lagnìavanu ammucciati
tantu chi parènu animi du Prigatoriu
chi jenu disìandu rifriscu e riposu.
Cu ‘nu gruppu ‘ntra gula tremulìandu
jeu sentìa ‘a morti chi si ‘mbicinava
comu ‘na hjuhhjata ‘i ventu friddu
chi mi ‘mpetrava lu ceravèdu.
Arrassu sia! Alluntanativi ‘i mia
penzèri anniggricati comu
lu fundu ‘i na coddara vecchja.
‘Ntra ‘na notti ‘i Giugnu
jeu morìa du disiju ‘mu sugnu
abbrazzatu e stringiutu forti
comu ‘na vota,
comu a li tempi di ‘a naca.

 

UNA NOTTE DI GIUGNO

L’ultimo rintocco della mezzanotte
si perdeva nell’aria scocciato.
La notte a mano a mano le stelle
nel cielo iniziava a spegnere
e si sparpagliava poi per tutto il paese.
Gatti in calore si lamentavano nascosti
tanto da sembrare anime del Purgatorio
che andavano cercando rinfresco e riposo.
Con un groppo in gola tremolante
io sentivo la morte che si avvicinava
come un soffio di vento freddo
che mi pietrificava il cervello.
Sia lontano! Allontanatevi da me
pensieri anneriti come
il fondo di una caldaia vecchia.
In una notte di Giugno
io morivo dal desiderio di essere
abbracciato e stretto forte
come una volta,
come ai tempi della culla.

~~~~~~~~~~

RICORDO ERA SETTEMBRE

In quest’alba malato di tristezza
scrivo parole con l’anima quieta
e attendo sereno quella carezza
che -fugace- sfiora e tutto allieta.

E il foglio accoglie vane parole
qual tenera balia del loro essere
a ripercorrer -pur’ancor da sole-
le tortuose vie del lieto vivere.

Tutto si annulla -nascosto dal tempo-
tra gli scaffali dei vecchi ricordi
come una pagina piegata a stampo
che non riesci più a trovare -e perdi-.

Giunge precoce poi la sera -fosca-
nell’addensar nubi crepuscolari
carica d’inattesa pioggia fresca
per l’arsura degli ulivi secolari.

Ricordo era ancora Settembre -oltre metà-
per terra qualche grinzosa foglia, qua e là.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Michele Petullà vive e lavora in Calabria, a Vibo Valentia.
Laureato in Scienze Politiche presso l’Università di Torino, con una Tesi in ‘Sociologia della Conoscenza e della Comunicazione’ dal titolo “Sociologia dell’Informazione televisiva quotidiana: modelli professionali e routines produttive”, ha conseguito il Perfezionamento post-laurea in “Teoria Critica della Società” presso l’Università di Milano-Bicocca, con una Tesi in ‘Teoria della Società e Antropologia Critica’ dal titolo “Walter Lippmann: Opinione pubblica, Stereotipi, Comunicazione e Democrazia. Una rilettura al tempo dei new media” e il Diploma del Corso di Alta Formazione di “Animatore della Comunicazione e della Cultura” presso la Pontificia Università Lateranense di Roma, con una tesi in ‘Sociologia della Comunicazione’ dal titolo “La presenza dei Mass media nella vita quotidiana”.

Leggi tutto...

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Maria Luigia Unida, poetessa e scrittrice, nata a Cagliari, sposata e madre di due figli.
Il suo talento prende forma nel 2015, quando inizia a pubblicare le sue poesie in numerosi gruppi di facebook.
La sua prima pubblicazione è nel suo singolo "Oltre Ogni Sogno", Maura Editrice, 2016; il suo secondo libro "Parla il Silenzio", Monetti Editore, giugno 2020.
La scrittrice è presente in numerose antologie legate a concorsi e premi: Pagine Editore, S. Demurtas Editrice, La Luna Nera, associazione culturale, Historica edizioni, casa editrice Kimerik, Accademia dei Bronzi di Ursini, Edizioni Montedit.
Ha ottenuto numerosi riconoscimenti: primi, secondi, terzi posti, menzioni d'onore, plausi di merito.
La poetessa, nelle sue liriche, prende spunto dalla terra che la circonda; le sue poesie scritte in forma scorrevole si posano sul cuore di chi legge, colpiscono i sentimenti e sono capaci di far sognare il lettore, mettendolo di fronte alla vita di ogni giorno.

~~~~~~~~~~

ANIMA FRAGILE

Nessuno ha capito niente di te!
Tu fatta d'incertezza ed insicurezza,
piccola farfalla sensibile e fragile
come i battiti dell'anima,
la tua vita s'invola
tra colpi d'ala e trilli sotto i cieli.
È doloroso
avere la certezza
che nessuno comprende i tuoi voli,
anima acerba... è la tua primavera
profumi di viole e ginestre
in armoniose note;
oppure sei fiore senza più odori
dopo la bufera.
Indietro vorresti tornare
non per continuare ad amare
bensì per cancellare
con un battito d'ali
chi ti ha reso
un'anima fragile.


~~~~~~~~~~

INNO ALLA MIA TERRA

Meridiano silenzioso, fuggente
in questa terra beata
è un idillio che s'affaccia
ogni mattina alla vita.
Primaverile languore
di profumi
di vento e di sole...
Voci lontane e canti di gioia
e dolore,
sta tutto scritto nel cuore.
Il petto si solleva
ad ogni emozione che ci doni,
sei terra che esala profumi
e odori ineguagliabili
d'acerba primavera.
Sei un inno alla vita
e passione diversa
per un popolo
che ti ama e ogni giorno
in te si desta.

~~~~~~~~~~

AI CONFINI DI UN SOGNO

Urli di giovinezza
sulla pelle e sul mare,
lo sguardo verso l'orizzonte
dove il sole tramonta
e posa su me
una timida carezza.
Scivola via la sera
e tutto tace
anche i miei sospiri,
pezzi di cuore
che inseguono il tuo pensiero.
Mi lacera l'anima
il tuo ricordo
tra i confini di un sogno
che ancora oggi
mi porto dentro.
Tu parlami ancora
ed io riaccendo le stelle. 

 

 

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 

Patrizia Cenci, Vicentina di nascita, sposata mamma di tre splendide ragazze e nonna di due adorabili nipotine che adora. Pensionata dopo 40 di lavoro come impiegata full-time con una gran passione per la poesia e la letteratura che le riempie il cuore. Sensibile ed emotiva, sempre attenta ad ascoltare i problemi che affliggono l’uomo e il suo vivere. Ama scrivere, si immerge nei versi e si sente felice. Le piace parlare d’amore e di dolore perché entrambi fanno parte della vita.

Ha al suo attivo la partecipazione al festival poetico Il Federiciano Edizione 2016 - Concorso Il Federiciano 2017; Parole in Fuga Sei poeti a confronto; Parole in Fuga Poeti del nuovo Millennio a confronto “Africo 2017”; Verrà il mattino e avrà un tuo verso Vol. XIV “Poesie d’amore” Aletti Editore; 2° Premio Internazionale Salvatore Quasimodo Aletti Editore

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

La sua avventura nella scrittura nasce circa 15 anni fa, quando Giuseppe essendo scarso di studi, decide di rafforzare il suo bagaglio culturale. Inizia a frequentare diversi corsi serali come filosofia, italiano, teatro, canto, scrittura creativa, giornalismo, letteratura ed altro.

Leggi tutto...

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Barbara Rizzo nata a Milazzo (Me) il 28 Gennaio 1982. Diplomata in moda e costume di arte applicate all’ I.S.A “ E. Basile “ di Messina. È appassionata sia di poesia, scrive soprattutto in vernacolo, sia di pittura e fotografia con apprezzata produzione. Vincitrice primo posto alla manifestazione estemporanea della Pro Loco di Spadafora (Me) nel 2005. Nel 2014 raggiunge il 4^ posto nella mostra dei presepi di Calvaruso (ME) con un dipinto su squarcio di botte di rovere. Ex caporale in congedo. La scrittrice Federica Bosco nel 2017 ha voluto inserire uno dei suoi racconti, pubblicato nella sua silloge su e-book “ Chi ce l’ ha più stronzo”. Nel 2019 riceve diversi riconoscimenti in campo poetico. Di versi e di prestigio i premi ottenuti oltre a pubblicazioni su riviste specializzate. Protagonista di diverse Vernissage di pittura, tra le quali “ Art event Internazionale D’arte Paris Centre Culturel France Chine – La Mediterranèe ecologique”.

~~~~~~~~~~

NOMI D’ UN EROI…PAPÀ

‘U quarantottu briscia
na creatura nascia.
Nasciu ‘nta na ciumara,
supra nà balla di ebba amara.
‘A fami a ddu’ tempu regnava sovrana
ma attia ‘a pruvvidenza nun ti mancava.
Chi vecchi piscaturi criscisti
ccu’ un cappeddu ‘i pani, saddi e ddu pumadoru sicchi.
Dopu da scola ti spittava ‘a funnaci
eri sulu un picciriddu, eppuru avii travagghiari.
U’ tempu passau e ti facisti ‘na famigghia,
criscennuti ddu’ figghi.. nu’ masculu eppuru na’ fimmina.
Puru malatu annavi ‘a travagghiari
pi nenti facci mancari.
Se putissi fari un nomi d’ un eroi,
jo facissi ‘u toi papà senza discussioni,
picchi’ l’amuri cchi ‘n hai datu
nun saravi mai scuddatu.
Puttroppu ‘a motti ti puttau luntanu i mia,
ma quannu ‘u suli si va’ ‘a cuccari,
jo chiudu l’occhi e ti vegnu ‘a ciccari
picchi’, puru chi sugnu ranni
mi manca ‘a to manu pi annari avanti.


NOME DI UN EROE.. PAPÀ

Il quarantotto spuntava/una creatura nasceva./Nacque dentro un fiume,/sopra un ammasso di erba amara./La fame a quei tempi regnava sovrana/ma a te la provvidenza non ti mancava./Con i vecchi pescatori sei cresciuto/con un a pagnotta di pane, sarde e due pomodori secchi./Dopo la scuola ti aspettava la fornace/eri solo un bambino, eppure dovevi lavorare./Il tempo è passato e ti sei creato una famiglia,/crescendoti due figli.. un maschio eppure una femmina./Pure ammalato andavi a lavorare/per non farci niente mancare./Se potessi fare un nome di un eroe,/io farei il tuo papà senza discussione,/perché l’ amore che ci hai dato/non sarà mai dimenticato./Purtroppo la morte ti ha portato lontano da me,/ma quando il sole si va ad addormentare,/io chiudo gli occhi e ti vengo a cercare/perché, anche se sono grande/mi manca la tua mano per andare avanti.

~~~~~~~~~~

U NOBILI CA CURUNA

Passa e spassa a unni ci pari
stu gran figghiu i bona matri!
Si senti spertu decidennu cu avi nominari
pi darci stu titulu nobiliari.
Stu titulu nobiliari amara a cu ci pigghia!
Pi cuntu mei ‘u po ghittari ‘nta na ‘ngagghja ,
picchì aunni passa tutti sutterra
peggiu di na bumba i guerra.
Ni cumminau comu a tanti cannaluvari
picchì tutti ca mascherina ama caminari.
Riflettennuci bonu,
stu nobili cacchi cosa na ‘nsignau
o si riccu o si povareddu… iddu pi tutti arruau.
Arruau mi ni ‘nsigna
chi semu tutti na vegogna!
Chi n’ avissimu tutti vuliri beni
abbrazzari e cunfuttari sempri.
Grazi a iddu ora sapemu quantu l’ amuri vali,
quantu cunta a libitta’ e caminari.
Quannu cadiravi sta curuna fussi a vota bona
chi pusamu sti cellulari e niscemu fora.
È’ fossi a vota bona chi cuminciamu a parrari
vaddannu ‘nta faccia i cristiani.
E se cchiù vulemu fari
abbrazzamuni e vulemuni beni quantu è ranni u mari.

~~~~~~~~~~

IL NOBILE CON LA CORONA

Passa e ripassa dove gli pare
questo figlio di buona madre!
Si sente esperto decidendo chi deve nominare
per dare questo titolo nobiliare.
Questo titolo nobiliare brutto chi lo prende!
Per conto mio lo può buttare in una fessura,
perché dove passa tutti mette sottoterra
peggio di una bomba da guerra.
Ci ha ridotti come a tante maschere
perché tutti con le mascherine dobbiamo camminare.
Riflettendoci bene,
questo nobile qualcosa ce l’ ha insegnata
o sei ricco o sei povero…lui per tutti è arrivato.
E’ arrivato ad insegnarci
Che siamo tutti una vergogna!
Che dovremmo tutti volerci bene
Abbracciarci e confortare sempre.
Grazie a lui ora sappiamo quanto l’ amore vale,
quanto vale la libertà e camminare.
Quando cadrà questa corona sarà la volta buona
che posiamo i cellulari e usciamo fuori.
Sarà la volta buona che iniziamo a parlare
guardando in faccia le persone.
E se di più vogliamo fare
abbracciamoci e vogliamoci bene quanto è grande il mare.

~~~~~~~~~~

UNA SIEPE DISTRUTTA

C’era una siepe oltre quei binari
non cespugliata e priva di rami.
Era assai lucente ed appuntita
con il tempo di porpora colorita.
Ogni speranza che vi varcava
nel cammino si frantumava.
Era un parco di brutto gioco,
ove il male regnava sovrano,
ove la regola era distruggere.
Ove le notti urlavano, e
le anime s’innalzavano nel vento
in una fitta nebbia di incenso.
L’età era irrilevante,
per tutti uguale…fantasia bianco e nera a righe.
Erano stormi di angeli fatti vita,
marchiati di una stella che non perdonava.
La mano amica
che la sofferenza loro leniva,
ove il sale sul loro viso appariva
simbolo di una dignità portata via.
27 gennaio 1945, quella siepe fu distrutta
e resa rigogliosa e fiorita.
Stormi di angeli esultarono in cielo,
per una sofferenza giunta ad una fine,
ove la dignità umana fu resa sovrana
e da lì non venne mai dimenticata.

 

 

PITTURA: "La sofferenza di Nettuno" - Acrilico, vernice trasparente e matita.
( 50 x 70 su tela)

 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

Sono nato a Scafa (17 Ottobre 1953), un piccolo paese industriale in provincia di Pescara, da madre casalinga e padre operaio. Mi sono laureato in psicologia nel 1984 e lavorato per 36 anni nel settore dei servizi rivolti a persone diversamente abili e ad ex degenti psichiatrici. Il mio incontro con la poesia è stato pressoché fortuito poiché nella consultazione di internet, per motivi di lavoro, mi sono imbattuto nel bando di un concorso letterario: inviai una composizione scritta tempo prima per mia moglie, senza attendermi assolutamente nulla. L’essere incluso tra i finalisti mi fornì la “carica” per continuare quel percorso e da allora non ho più smesso, ottenendo tanti riconoscimenti di varia entità, tra cui 23 primi premi. Non scrivo molto perché ritengo importante dedicare tempo alla lettura delle opere altrui nonché allo studio e alla lettura.

 

~~~~~~~~~~

23 APRILE 2018 (A EMANUELA)

Oggi i ricordi cadono
senza trovare il fondo del pozzo.
Lo troveranno domani nei nostri risvegli,
in tutti i silenzi di una casa ormai vuota.
Quando toccheranno il fondo faranno rumore,
il rumore del tuo ultimo giorno.
Tutti gli altri futuri resteranno per sempre in giacenza
nel bagagliaio di questa nostra stazione.

Scriveremo mille lettere allo stesso indirizzo
con francobolli bagnati di baci.
Quando le labbra saranno piene di colla
sapremo cos’è un ultimo bacio,
sapremo cos’è un vero silenzio:
ci diranno che i ricordi non sono ritorni.

Ma noi ogni giorno poggeremo le orecchie
a questa nostra conchiglia ormai vuota
che sola, ci potrà raccontare
delle perle passate.

Dovremo imparare la pazienza dalle gocce di pioggia.
Dalle gocce di cera, il futuro dei nostri silenzi.
Toglieremo le scarpe
per attraversare mille e mille campi di stoppie:
ognuno stringerà tra le braccia la sua solitudine.

Quando saremo alla fine dell’ultimo campo,
avremo i piedi feriti ma coglieremo papaveri rossi;
allora, voltandoci indietro
vedremo come è bella la terra
e guardando che nel cielo c’è ancora l’azzurro
sentiremo risalire dal fondo del pozzo
un sorriso, come se tu fossi ancora la vita.

~~~~~~~~~~

A MIA MADRE

Ora te ne stai lì, con un chiodo fitto nell’assenza.
Sorda, ali dolenti in grembo e gli occhi altrove.
Brancoli a volte come una rondine stordita
cercando in terra un cielo che non c’è.
Rimani lì, nella stazione di ogni giorno …
passano i tuoi sogni e mai nessuno scende.
Solo, sulla banchina opposta, un uomo senza volto
ti rammenta il peso delle ombre.

Ma io ti vedo ancora
dalle finestre spalancate al giorno guardarmi ridente in viso
come solo fanno i girasoli,
e nemmeno nei giorni bui dalle finestre chiuse
hai messo misura alle tue ali.
Ti ricordo regina con canovaccio e conca
guardare solo avanti
mentre piccoli paggi reggevano impazienti
lo strascico di una vestaglietta sdrucita
ma di colori piena.
I sogni della farina cullavi nelle mani
e nei risvegli il pane era pane e il giorno, un giorno
… e quelle infinite estati che celavano sorrisi
nelle fette fresche di un cocomero tagliato …
Ora vorresti solo che dall’ultimo tuo sogno,
impolverate, nell’azzurro di una vecchia tuta,
scendessero leggere le sue mani
a farsi focolare delle tue
narrandoti di nuovo la bella fiaba che sei stata.
Forse il tempo per raccontarla sarà poco,
un infinito non basterà, ne serviranno due.

Quando infine indosserai le scarpe nuove,
quelle con cui nessuno torna,
io terrò in tasca il filo reciso a un aquilone
e avrò negli occhi amati
i colori antichi di una rondine volata.

~~~~~~~~~~

NON DIMENTICARE (A MIA MOGLIE)

Non dimenticare la sua bocca,
baciala mentre sorride un po’ distratta
poi, aspetta tutto il silenzio di un filo di miele
fino a quando rimarrà una goccia.

Lasciala sospesa in quell’istante
e in quella luce d’ambra toglile il pudore,
prendila come una bambola di pezza
falle dimenticare le vie dei ritorni.

Non farla rientrare in casa,
cercherà solo un orologio da legare ai polsi.
Non tenerla nei finali,
non dirle parole vuote come i sempre o i mai.
Falle dimenticare gli amori per le porte chiuse.
Usa solo parole urgenti come adesso e subito.
Amala sempre e solo fino ad ora o a domani.

Fa’ che venga da te scalza, in punta di piedi
all’altezza di una goccia di miele o di un bacio.
Sarà allora difficile slacciare i bottoni a un batticuore,
ti scotterai le dita quando la sbuccerai.

Baciala ad occhi chiusi mentre si sporge
da un balcone pieno di gerani rossi,
senza mani.
Sarà bella mentre strariperà di non visti.
Trattieni un tuo sospiro clandestino
quando dormirà col viso sul cuscino.

Tienile la mano quando sarete
sulla pagina quarta di copertina.
Tu fa’ solo che lei ti corra sempre incontro
con la sua lumaca affannata
che corre, corre e non arriva mai …
mai.

 

 

Altri articoli...